CAPSULA ANTARES ATTERRATA! CLICCA QUI PER IL REPLAY
 
IndiceIndice  FAQFAQ  LinkLink  CercaCerca  IscrivitiIscriviti  Accedi  
Accedi
Nome utente:
Parola d'ordine:
Connessione automatica: 
:: Recuperare la parola d'ordine
Orbiter Live Missions
 http://imageshack.us/
Missioni Simulate
No image

CALENDARIO LANCI

FOI sui social networks
Argomenti simili
  • » INFALLIBILE SISTEMA ALLA ROULETTE
  • » Avs Video Editor 6.4 ultima versione
  • » Il mio primo viaggio su Marte (Video+Immagini)
  • » scaricare i video da orbiterlive mission
  • » Suggerimenti sul montaggio di un film di Apollo 11 con Orbiter
  • » Nuovo video amatoriale dell'esplosione del Challenger
  • » secondo voi questo video è vero o falso?
  • » Programma freeware per scaricare video streaming
  • » carnosauro
  • » Si può viaggiare nel tempo o nei buchi neri? (Astronomia,video e immagini)
  • Siti Amici
    Astrogation Astroworld

    Astronautica Ultima Speranza

    AstronautiNEWS

    Orbiter Forum

    Tuttovola.org

    Contatore Visite
    Ultimi argomenti
    » D3D9ClientR14-for2010-P1 e antialiasing
    Da m.a.s Oggi a 17:18

    » Client D3D9 ufficialmente rilasciato
    Da Ripley Oggi a 16:15

    » ETF-1 - volo inaugurale di Orion (unmanned)
    Da Andrew Oggi a 9:34

    » Cosa Vorreste Cambiare Del Forum?
    Da m.a.s Ieri a 17:57

    » [Risolto]Trovare missioni per DGIV o XR
    Da DDD Ieri a 17:40

    » 23 Novembre 2014 ore 22:01:13 - Un'italiana nello Spazio
    Da Andrew Lun 24 Nov 2014 - 23:06

    » Project Mercury per Orbiter 2010
    Da apollo17 Dom 23 Nov 2014 - 18:57

    » Si risveglia Rosetta
    Da m.a.s Dom 23 Nov 2014 - 16:03

    » [Risolto?] Progetto Mercury: bug visualizzazione paracadute
    Da apollo17 Dom 23 Nov 2014 - 14:50

    » Presentazione
    Da DDD Sab 22 Nov 2014 - 13:28

    » Lander Lunare Abitabile Arcturus - sviluppo
    Da m.a.s Gio 20 Nov 2014 - 21:20

    » Come atterrare su Deimos con DGIV.
    Da DDD Mer 19 Nov 2014 - 20:25

    » "Skunk Works"
    Da Andrew Mer 19 Nov 2014 - 11:07

    » [Risolto]Due domande di logistica sul DGIV
    Da apollo17 Mer 19 Nov 2014 - 8:41

    » Movimenti corpi rigidi file Cfc
    Da fred18 Mar 18 Nov 2014 - 0:01

    » Traduzione manuale Aerobrake MFD v0.96.2
    Da DDD Lun 17 Nov 2014 - 16:38

    » Rosetta Walkthrough
    Da DDD Dom 16 Nov 2014 - 21:33

    » [Sondaggio] Qual'è il vostro record (o minor tempo) di attracco alla ISS??
    Da DDD Dom 16 Nov 2014 - 15:03

    » Manuale AMSO 1.21 - Manuale EVA Lunari
    Da maya11 Ven 14 Nov 2014 - 8:37

    » Interstellar (film)
    Da ste1701 Dom 9 Nov 2014 - 18:32

    Condividere | 
     

     Il Sistema solare (Immagini e Video)

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    Endeavour
    Comandante
    Comandante


    Numero di messaggi: 1080
    Età: 25
    Località: Lecce
    Data d'iscrizione: 04.01.09

    MessaggioOggetto: Il Sistema solare (Immagini e Video)   Mar 3 Feb 2009 - 16:05

    Il sistema solare è il sistema planetario costituito dai vari oggetti celesti mantenuti in orbita dalla forza di gravità del Sole; com'è naturale, vi appartiene anche la Terra. È costituito da otto pianeti, dai rispettivi satelliti naturali, da cinque pianeti nani e da miliardi di corpi minori. Quest'ultima categoria comprende gli asteroidi, in gran parte ripartiti fra due cinture asteroidali (la fascia principale e la fascia di Kuiper), le comete, le meteoroidi e la polvere interplanetaria.

    In modo schematico, il sistema solare è composto dal Sole, dai quattro pianeti rocciosi interni, dalla fascia principale degli asteroidi, dai quattro giganti gassosi esterni, dalla cintura di Kuiper, dal disco diffuso e dalla ipotetica nube di Oort, sede di gran parte delle comete.

    Il vento solare, un flusso di plasma e particelle cariche proveniente dal Sole, permea l'intero sistema solare. Questo crea una bolla nel mezzo interstellare conosciuta come eliosfera, che si estende fino oltre alla metà del disco diffuso.

    In ordine di distanza dal Sole, gli otto pianeti sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno.

    A metà 2008 cinque oggetti del sistema solare sono stati classificati come pianeti nani: Cerere, situato nella fascia degli asteroidi, ed altri quattro corpi situati al di là dell'orbita di Nettuno, Plutone (in precedenza classificato come il nono pianeta), Haumea, Makemake, e Eris.

    Sei dei pianeti e tre dei pianeti nani hanno in orbita attorno ad essi dei satelliti naturali; inoltre tutti i pianeti esterni sono circondati da anelli planetari, composti di polvere ed altre particelle.



    Caratteristiche generali
    Le dimensioni del sistema solare sono difficilmente definibili; approssimativamente lo si può considerare come una sfera irregolare con un diametro di circa 80 UA. All'interno del sistema solare lo spazio tra un corpo celeste e un altro non è vuoto: esso è permeato dal cosiddetto mezzo interplanetario, comprendente pulviscolo, gas e particelle elementari.
    Il Sole ha una particolare importanza sia perché è l'unica stella, e quindi l'unica fonte di energia termica del sistema, sia perché ne rappresenta con ottima approssimazione il centro gravitazionale. La massa solare, infatti, costituisce circa il 99,9% della materia presente nel sistema.

    Il sistema solare si trova in un braccio della Via Lattea, poco lontano dal disco galattico, dal cui centro dista quasi 28 000 anno luce. Esso compie una rivoluzione all'interno della stessa Galassia, percorrendo un'orbita ellittica; da Terra, il moto sembra essere diretto verso una direzione apparente. La velocità di rivoluzione media è pari a circa 250 km/s, e per compiere una rivoluzione completa il sistema solare impiega circa 200 milioni di anni.



    Il principale corpo celeste del sistema solare è il Sole, una stella della sequenza principale di classe spettrale G2 V (nana gialla), contenente il 99,86% di tutta la massa conosciuta nel sistema solare. Giove e Saturno, i pianeti due più massicci che orbitano attorno al Sole, raggruppano ad essi due più del 90% della massa restante. La maggior parte dei grandi oggetti in orbita intorno al Sole sono in un piano simile a quello dell'orbita terrestre, chiamata eclittica. Tipicamente, il piano di orbita dei pianeti è molto vicino a quello dell'eclittica mentre le comete e gli oggetti della cintura di Kuiper hanno un angolo significativamente maggiore rispetto al nostro. Tutti i pianeti e la maggior parte degli altri oggetti orbitano nello stesso senso che la rotazione del Sole, in senso antiorario dal punto di vista di un osservatore situato al di sopra del polo nord solare. Certi oggetti orbitano in un senso orario, come la cometa di Halley. Le traiettorie degli oggetti che gravitano intorno al sole seguono le leggi di Keplero. Sono approssimativamente delle ellissi di cui uno dei fuochi è il Sole. Le orbite dei pianeti sono quasi circolari mentre quelle dei corpi più piccoli presentano una maggiore eccentricità e possono risultare molto ellittiche. La distanza di un corpo dal Sole varia durante la sua rivoluzione. Il punto più vicino al sole dell'orbita di un corpo si chiama perielio, mentre il più lontano è l'afelio Il sistema solare è diviso due in zone distinte, il sistema solare interno include i quattro pianeti tellurici e la cintura di asteroidi. Il resto del sistema viene considerato sistema solare esterno. La maggioranza dei pianeti del sistema solare possiede il loro proprio sistema secondario. I corpi planetari in rotazione intorno ad un pianeta sono chiamati satelliti naturali o lune. La maggior parte delle più grandi lune compiono la propria rivoluzione su un'orbita sincrona, presentando sempre la stessa faccia al pianeta intorno alla quale orbitano. I quattro pianeti più grandi hanno anche degli anelli planetari.
    Caratteristiche dei pianeti del nostro sistema solare
    Il principale corpo celeste del sistema solare è il Sole, una stella della sequenza principale di classe spettrale G2 V (nana gialla), contenente il 99,86% di tutta la massa conosciuta nel sistema solare. Giove e Saturno, i pianeti due più massicci che orbitano attorno al Sole, raggruppano ad essi due più del 90% della massa restante. La maggior parte dei grandi oggetti in orbita intorno al Sole sono in un piano simile a quello dell'orbita terrestre, chiamata eclittica. Tipicamente, il piano di orbita dei pianeti è molto vicino a quello dell'eclittica mentre le comete e gli oggetti della cintura di Kuiper hanno un angolo significativamente maggiore rispetto al nostro. Tutti i pianeti e la maggior parte degli altri oggetti orbitano nello stesso senso che la rotazione del Sole, in senso antiorario dal punto di vista di un osservatore situato al di sopra del polo nord solare. Certi oggetti orbitano in un senso orario, come la cometa di Halley. Le traiettorie degli oggetti che gravitano intorno al sole seguono le leggi di Keplero. Sono approssimativamente delle ellissi di cui uno dei fuochi è il Sole. Le orbite dei pianeti sono quasi circolari mentre quelle dei corpi più piccoli presentano una maggiore eccentricità e possono risultare molto ellittiche. La distanza di un corpo dal Sole varia durante la sua rivoluzione. Il punto più vicino al sole dell'orbita di un corpo si chiama perielio, mentre il più lontano è l'afelio Il sistema solare è diviso due in zone distinte, il sistema solare interno include i quattro pianeti tellurici e la cintura di asteroidi. Il resto del sistema viene considerato sistema solare esterno. La maggioranza dei pianeti del sistema solare possiede il loro proprio sistema secondario. I corpi planetari in rotazione intorno ad un pianeta sono chiamati satelliti naturali o lune. La maggior parte delle più grandi lune compiono la propria rivoluzione su un'orbita sincrona, presentando sempre la stessa faccia al pianeta intorno alla quale orbitano. I quattro pianeti più grandi hanno anche degli anelli planetari.

    I pianeti sono molto diversi l'uno dall'altro per composizione, dimensioni, temperatura ed altre caratteristiche.
    In base alle caratteristiche chimico fisiche i pianeti possono essere distinti in due gruppi: i pianeti di tipo terrestre (Mercurio, Venere, Terra e Marte), cioè simili alla Terra, e i pianeti di tipo gioviano (Giove, Saturno, Urano, Nettuno), cioè simili a Giove.
    Le differenze tra i due tipi di pianeti sono numerose: innanzitutto i pianeti terrestri hanno tutti una massa piccola, nessuno o pochi satelliti e bassa velocità di rotazione, mentre i pianeti gioviani hanno grande massa, diversi satelliti ed elevata velocità di rotazione. per questo motivo i pianeti gioviani hanno una forma più schiacciata ai poli rispetto a quelli terrestri. Inoltre i pianeti terrestri hanno una densità che è in media cinque volte quella dell'acqua, mentre la densità dei pianeti gioviani è solo 1,2 volte quella dell'acqua.
    La struttura interna dei pianeti gioviani.Esaminando la loro composizione, si è notato che i pianeti di tipo terrestre sono essenzialmente costituiti da materiali rocciosi e metallici; i pianeti di tipo gioviano, invece, sono costituiti per lo più da elio, idrogeno e piccole quantità di ghiaccio.
    Ancora, l'atmosfera dei pianeti terrestri manca del tutto o comunque è rarefatta, al contrario di quelli gioviani in cui l'atmosfera è molto densa, ed è costituita da idrogeno, elio, ammoniaca e metano.
    Infine la temperatura (più elevata nei pianeti di tipo terrestre) e le sue variazioni annue e giornaliere, dipendono da numerosi fattori: la distanza dal Sole, la presenza di un'atmosfera e la sua composizione chimica, l'inclinazione dell'asse di rotazione, ecc..


    Il sole
    Il Sole è la stella madre del sistema solare, e di gran lunga il suo principale componente. La sua grande massa gli permette di sostenere la fusione nucleare, che rilascia enormi quantità di energia, per la maggior parte irradiata nello spazio come radiazione elettromagnetica, in particolare luce visibile.
    Il Sole viene classificato come una nana gialla, anche se come nome è ingannevole in quanto, rispetto ad stelle nella nostra galassia, il Sole è piuttosto grande e luminoso. Le stelle vengono classificate in base al diagramma Hertzsprung-Russell, un grafico che mette in relazione la temperatura effettiva e la luminosità delle stelle. In generale più una stella è calda più è luminosa: le stelle che seguono questo modello sono appartenenti alla sequenza principale, ed il sole si trova proprio al centro di questa sequenza. Tuttavia stelle più luminose e caldo del Sole sono rare, mentre stelle meno luminose e più fredde sono molto comuni. La luminosità del Sole è in costante crescita, e si è stimato che all'inizio della sua storia aveva soltanto il 75% della luminosità che mostra attualmente.
    Il Sole è una stella di I popolazione, ed è nato nelle fasi successive dell'evoluzione dell'Universo. Esso contiene più elementi pesanti dell'idrogeno e dell'elio (metalli) rispetto alle più vecchie stelle di popolazione II. Gli elementi più pesanti dell'idrogeno e dell'elio si formarono nei nuclei di stelle antiche ormai esplose, così la prima generazione di stelle dovette terminare il suo ciclo vitale prima che l'universo potesse essersi arricchito di questi elementi. Le stelle più antiche osservate contengono infatti pochi metalli, mentre quelle di più recente formazione ne sono più ricche Questa alta metallicità si pensa sia stata cruciale nello sviluppo di un sistema planetario da parte del Sole, poiché i pianeti si formano dall'accumulo di metalli.


    Asteroidi
    Gli asteroidi sono per la maggior parte piccoli corpi del sistema solare composti principalmente di rocce e di metalli. La fascia principale degli asteroidi occupa la regione tra le orbite di Marte e Giove, tra 2,3 e 3,3 UA dal Sole. Si pensa che siano residui della formazione del sistema solare, la cui fusione è fallita a causa della interferenza gravitazionale di Giove.
    Il raggio di un asteroide di questa fascia può andare da centinaia di chilometri fino a pochi centimetri. Tutti gli asteroidi, salvo il più grande, Cerere, sono classificati come corpi minori del sistema solare, ma alcuni, come gli asteroidi Vesta e Igea possono essere riclassificati come pianeti nani se dimostreranno di avere raggiunto l'equilibrio idrostatico.
    La fascia degli asteroidi contiene decine di migliaia, forse milioni, di oggetti sopra il chilometro di diametro.Nonostante ciò, la massa totale di tutti gli asteroidi della fascia principale difficilmente arriverebbe a più di un millesimo della massa delle Terra. La fascia principale è scarsamente popolata: sonde spaziali passano continuamente attraverso di essa senza incorrere in incidenti di alcun tipo. Gli asteroidi con diametri compresi tra 10 e 10-4 m sono chiamati meteoroidi.


    Fascia di Kuiper
    La fascia di Kuiper è un grande anello di detriti simile alla fascia degli asteroidi, ma composti principalmente da ghiaccio. Si estende in una regione che va da 30 a 50 UA dal Sole. Esso è composto principalmente da piccoli corpi del sistema solare, anche se alcuni tra i più grandi oggetti di questa fascia potrebbero essere riclassificati come pianeti nani: ad esempio Quaoar, Varuna, e Orcus. In base alle stime, nella fascia di Kuiper esistono oltre 100.000 oggetti con un diametro superiore ai 50 km, ma si pensa che la massa totale di tutti gli oggetti presenti nella fascia di Kuiper potrebbe essere un decimo, o addirittura un centesimo, della massa terrestre. Molti oggetti della fascia di Kuiper dispongono di più satelliti naturali, e la maggior parte hanno orbite che non sono parallele alle eclittiche.
    Gli oggetti della fascia di Kuiper possono essere suddivisi approssimativamente in "classici" e in "risonanti" (con plutini e twotini). Gli oggetti risonanti hanno le orbite legate a quella di Nettuno (le orbite dei plutini sono in rapporto 2:3 con l'orbita di Nettuno, mentre i twotini sono in rapporto 1:2). Gli oggetti classici consistono in corpi che non hanno alcun tipo di risonanza con Nettuno, e che si estendono in una fascia che va da circa 39,4 UA a 47,7 UA dal Sole. Gli oggetti classici della fascia di Kuiper sono stati classificati come cubewani dopo la scoperta del primo oggetto di questo tipo, (15760) 1992 QB1.


    Nube di Oort
    L'ipotetica nube di Oort è una grande massa composta da miliardi di oggetti di ghiaccio che si credono essere la fonte delle comete di lungo periodo e che circondano il sistema solare a circa 50.000 UA (circa 1 anno luce), e forse fino a 100.000 UA (1,87 anni luce). Si ritiene sia composto di comete che sono state espulse dal sistema solare interno da interazioni gravitazionali con i pianeti esterni. Gli oggetti della nube di Oort sono molto lenti, e possono essere turbati da eventi rari, ad esempio delle collisioni, dalla forza di gravitazionale di una stella di passaggio, o dalla marea galattica, forza di marea esercitata dalla Via Lattea.

    Confini
    Gran parte del nostro sistema solare è ancora sconosciuto. Lo scudo gravitazionale del Sole si stima che domini le forze grazitazionali delle stelle che lo circondano fino a circa due anni luce (125.000 UA). Il confine esterno della nube di Oort, invece, non si può estendere per più di 50.000 UA. Nonostante le scoperte di nuovi oggetti, come Sedna, la regione tra la fascia di Kuiper e la nube di Oort, una zona di decine di migliaia di UA di raggio, non è ancora stata mappata. Vi sono, inoltre, in corso ancora studi sulla regione compresa tra Mercurio ed il Sole. Numerosi oggetti possono ancora essere scoperti nelle zone inesplorate del sistema solare.
    Fonti: Youtube,rai.news,wikipedia,puntoinformatico ricerche google.


    Ultima modifica di Dany1589 il Mer 4 Feb 2009 - 0:43, modificato 6 volte
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedere il profilo dell'utente http://orbiteritalia.forumotion.com
    apollo13
    Admin
    Admin


    Numero di messaggi: 332
    Età: 35
    Località: Sonnino (Latina)
    Data d'iscrizione: 04.12.08

    MessaggioOggetto: Re: Il Sistema solare (Immagini e Video)   Mar 3 Feb 2009 - 16:09

    Dany, tu dovevi fare l'astronomo, non il disegnatore.................. cheers

    _________________________________________________
    Houston, We Have a Problem!!!!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedere il profilo dell'utente http://www.orbiteritalia.forumotion.com
    Endeavour
    Comandante
    Comandante


    Numero di messaggi: 1080
    Età: 25
    Località: Lecce
    Data d'iscrizione: 04.01.09

    MessaggioOggetto: Re: Il Sistema solare (Immagini e Video)   Mar 3 Feb 2009 - 16:14

    mi piace scrivere queste cose sul forum anche a scopo informativo per i vari utenti, e comunque anche se la maggior parte delle cose scritte non sono mie, direi che imparo anke io insieme agli utenti tantissime cose bounce
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedere il profilo dell'utente http://orbiteritalia.forumotion.com
    Dysko
    Allievo Astronauta
    Allievo Astronauta


    Numero di messaggi: 122
    Età: 26
    Località: Milano
    Data d'iscrizione: 27.12.08

    MessaggioOggetto: Re: Il Sistema solare (Immagini e Video)   Mar 3 Feb 2009 - 17:50

    Concordo con Apollo 13, sei il Piero Angela dell'astronomia! cheers
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedere il profilo dell'utente
    Endeavour
    Comandante
    Comandante


    Numero di messaggi: 1080
    Età: 25
    Località: Lecce
    Data d'iscrizione: 04.01.09

    MessaggioOggetto: Re: Il Sistema solare (Immagini e Video)   Mar 3 Feb 2009 - 18:00

    ahahah beh x restare in tema di piero angela vi ho messo un video di un suo documentario lol!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedere il profilo dell'utente http://orbiteritalia.forumotion.com
     

    Il Sistema solare (Immagini e Video)

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 su1

     Argomenti simili

    -
    » Software di sistema update 3.70
    » video fsx
    » Kareena Kapoor Blue Film Mms Video Clip
    » Il Film dei musicanti di brema!
    » Il video riassuntivo del 2011 di Google

    Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum Orbiter Italia ::  :: -