CLICCA QUI PER SCARICARE ORBITER 2016
 
IndiceIndice  LinkLink  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
FOI è sui social
Parole chiave
Antares DGIV AMSO comandi OrbiterSound Fausto SPACE jarvis Soyuz Eridanus tastiera Nassp Rientro d3d9 lander mars multiplayer apollo autofcs installare ummu XRSound IMFD TransX Shuttle Skin
Siti amici
AstronautiNEWS

ForumAstronautico

Orbiter Forum

Tuttovola
Ultimi argomenti
» OMP - Orbiter Multiplayer Project - Installazione
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Mer 12 Feb 2020 - 20:28

» Kerbal Space Program 2
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Mer 12 Feb 2020 - 15:34

» Ciao a tutti cari vecchi miei amici
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Claudio00 Lun 10 Feb 2020 - 21:47

» D3D9 - il client grafico di Jarmonik
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Lun 3 Feb 2020 - 17:50

» Blender Mesh Tools add-on
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Ven 17 Gen 2020 - 11:07

» Lunar Transfer MFD - LTMFD
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Mer 25 Dic 2019 - 10:13

» AMSO-2016 rilasciato!
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Lun 23 Dic 2019 - 16:10

» SoundBridge
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Mar 17 Dic 2019 - 15:47

» Porting AMSO per Orbiter2016
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Tiger14 Ven 13 Dic 2019 - 15:37

» AMSO 1.23 rilasciato (per Orbiter 2010-P1)
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Lun 25 Nov 2019 - 12:49

» [Risolto]Come aggiungere una base?
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa spino871 Sab 23 Nov 2019 - 15:15

» Novità
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Andrew Sab 21 Set 2019 - 23:36

» [Risolto]DGIV su Orbiter 2016 si può?
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa spino871 Gio 5 Set 2019 - 16:57

» Problema di DTmin con Sync Orbit MFD
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Gio 29 Ago 2019 - 12:39

» I video di Orbiter Live Missions sono tutti persi!!
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Pete Conrad Mer 28 Ago 2019 - 8:14

» Poderosa 2017
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Andrew Mar 27 Ago 2019 - 16:28

» Rientrare sulla terra
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Lun 26 Ago 2019 - 16:49

» Interplanetary MFD
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Lun 26 Ago 2019 - 0:59

» Come far funzionare AutoFCS su Orbiter 2010
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Dom 25 Ago 2019 - 23:57

» Nuova versione BETA di Orbiter
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Andrew Dom 25 Ago 2019 - 0:49

» Più di due mesi senza post??
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Andrew Gio 22 Ago 2019 - 7:57

» [Risolto]Uso corretto dei motori SCRAM
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa spino871 Mer 21 Ago 2019 - 10:12

» [Risolto]Come cambiare una scorciatoia da tastiera per la flotta XR
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa spino871 Mar 20 Ago 2019 - 18:01

» [Risolto]Bug su Radio/Mp3 MFD con Orbiter2016
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Ripley Ven 16 Ago 2019 - 14:14

» Documentario PBS cinquantenario Apollo 11
tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDa Atlantis Mar 30 Lug 2019 - 10:48

Contatore Visite

Condividi
 

 Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyVen 24 Giu 2011 - 7:57

Eccovi un nuovo inedito tutorial TerryGroove.
Si tratta di un volo dalla terra alla luna su DG-IV, dove si eseguono tutte le manovre dal decollo all'allunaggio secondo le procedure di questo particolare tipo di astronave. Per quanto riguarda la navigazione è tutto affidato ad Interplanetary 5.5 dall'inizio alla fine, in particolare si spiega il funzionamento dei programmi Surface Launch, Target Intercept, Base Approach, Orbital, e Map.
Il tutorial è una registrazione interattiva della durata di circa 45 minuti dove vi viene illustrata passo dopo passo ogni singola manovra che potrete simulare eseguendola in tempo reale.

Nello scenario c'è anche una grossa novità: L'inserimento della Base Lunare ALPHA.
Per la guida all'utilizzo di questa nuova sezione vedrò di pubblicare un tutorial a parte in un file doc, visto che si tratta di una componente complessa, in cui si possono svolgere molteplici attività, come il decollo e l'atterraggio delle Aquila,e le operazioni di carico e scarico dei container con materiale radioattivo nel deposito di scorie n°2. Ripeto, si tratta di manovre complesse che meritano una trattazione separata che spero di completare al più presto.

questo il link da cui scaricare il tutorial
http://www.speedyshare.com/files/30802152/TGTutorialVI.rar

Il file .rar va copiato nella cartella orbiter e quindi decompresso con l'opzione estrai qui. Poi si apre la registrazione dal percorso Tutorials>TGTutorials

Per funzionare correttamente questo tutorial necessita dei seguenti Add-on

OrbiterSound 3.5
http://orbiter.dansteph.com/download/OrbiterSound35.php

UCGO 2.0
http://orbiter.dansteph.com/download/UCGO20.php

Delta Glider IV-2
http://orbiter.dansteph.com/download/DGIV/cpt/DGIV2_Setup.php

Rochambeau Pack
http://www.orbiterfrancophone.com/index.php?disp=dl&id=89

Hi-Res French Guyana
http://www.orbiterfrancophone.com/index.php?disp=dl&id=92

IMFD 5.5
http://koti.mbnet.fi/jarmonik/IMFD55.zip

Moonbase ALPHA
http://www.orbithangar.com/download.php?ID=4916

Moonbase ALPHA extenction pack 1
http://www.orbithangar.com/download.php?ID=5068

Moonbase ALPHA extenction pack 2
http://www.orbithangar.com/download.php?ID=5144

Eagle Enhancement v1.0
http://www.orbithangar.com/download.php?ID=5150

XR5-Vanguard 1.7
http://www.alteaaerospace.com/ccount/click.php?id=2

XR5 UCGO Cargo Platform
http://www.orbithangar.com/download.php?ID=4572

I primi 3 si installano automaticamente dopo avervi chiesto il percorso che conduce alla cartella di orbiter, gli ultimi dovete copiarli nella cartella di orbiter e poi selezionare l'opzione estrai qui, e aggiorneranno automaticamente tutto il necessario

Buon divertimento e mi raccomando, mandate commenti e suggerimenti per migliorarne la comprensibilità.



Ultima modifica di TerryGroove il Mar 18 Ott 2011 - 11:37, modificato 8 volte
Torna in alto Andare in basso
Ripley
Admin
Admin
Ripley

Numero di messaggi : 4607
Età : 56
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.07.10

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyVen 24 Giu 2011 - 15:12

TerryGroove ha scritto:
...
questo il link da cui scaricare il tutorial
http://www.speedyshare.com/files/29124129/TG_Tutorial_VI.rar
password: josehahuguxi
...
Continui ad indicarci la password in ogni tuo download, ma quella password serve solo a te, nel caso volessi cancellare il file...

_________________________________________________
La mia pagina su Orbiter | Guida a Orbiter | Traduzioni e download | I miei add-on su OH | Video su Vimeo
Torna in alto Andare in basso
http://www.tuttovola.org
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyLun 27 Giu 2011 - 19:30

ok ricevuto allora ignoratela, non la metterò più

Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyVen 8 Lug 2011 - 20:13

Qualche cretino mi aveva cancellato il file approfittando della parola d'ordine. Ora l'ho rimesso, il link è di nuovo funzionante per il download
Torna in alto Andare in basso
Avatar
Turista Spaziale
Turista Spaziale


Numero di messaggi : 3
Età : 47
Località : Amelia
Data d'iscrizione : 04.03.10

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 9 Ago 2011 - 17:49

Ciao TerryGroove,

ho provato a scaricare il tutorial ma il link non funziona.

E' possibile rinserirlo?

Non sono un espertone e volevo vedere come funzionava.

Grazie in anticipo

ciao

Avatar

Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptySab 8 Ott 2011 - 18:58

Scusate, manco dal forum da molto tempo e non mi ero accorto del problema.

Penso sia dovuto alla mancanza di questo add-on che non avevo inserito nella lista dei requisiti:


http://www.orbithangar.com/searchid.php?ID=5150

Provate e fatemi sapere.

Scusate ancora per la lunga assenza. Ho avuto molti impegni, ma non ho smesso di pensare a Orbiter. Ho anche scoperto un nuovo Mezzo che è l'XR5-Vanguard che è stupendo e del quale spero di potervi parlare al più presto.
Torna in alto Andare in basso
Ripley
Admin
Admin
Ripley

Numero di messaggi : 4607
Età : 56
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.07.10

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptySab 8 Ott 2011 - 19:05

Toh! Chi si rivede! Tutto ok?

_________________________________________________
La mia pagina su Orbiter | Guida a Orbiter | Traduzioni e download | I miei add-on su OH | Video su Vimeo
Torna in alto Andare in basso
http://www.tuttovola.org
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptySab 8 Ott 2011 - 20:34

Si Ripley, grazie, tutto ok, una semplice pausa di riflessione. Cercherò di farmi perdonare la lunga assenza con qualche nuovo lavoretto. Ho affrontato qualche nuova sfida come la conquista di Marte, e l'impiego di uno straordinario mezzo di collegamento orbitale come l'XR5-Vanguard capace di veicolare in orbita quantitativi enormi di carico (fino a 612t con una massa totale al decollo di 1100t) così da rifornire velocemente l'Arrow Freighter con le sue 800 t di serbatoio. E' un esperienza esaltante far atterrare ma soprattutto decollare un bestione del genere, specialmente quando è a pieno carico. Devo dire che ci sono voluti un paio di giorni per capire come funziona il tutto, ora spero al più presto di pubblicare un report e magari un tutorial per agevolare il compito di chi volesse utilizzare questo meraviglioso apparecchio.
Torna in alto Andare in basso
Fausto
Moderator
Moderator
Fausto

Numero di messaggi : 7088
Età : 36
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyDom 9 Ott 2011 - 12:22

Ben tornato!! Thumb Up 2

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto  

 Jim Lovell
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 19:25

O.K. eccomi di nuovo qui con un pò di tempo da utilizzare per raccontarvi le mie esperienze con questo sempre avvincente simulatore di volo. Per la verità (come avrete intuito dalla lunga assenza) avevo un pò mollato ultimamente, dopo aver creato lo scenario Terrygroove nel quale ormai mi muovevo con troppa ripetitività da cominciare a sentire un pò di noia. Per rinfrescarvi l'idea lo scenario prevedeva una base a terra (Rochambeau nella Guyana francese) con due Deltaglider IV a fare da nvetta con l'ammiraglia orbitante, la nave Argo (classe Arrow Freighter) in grado di collegare la terra alla Luna con la possibilità di trasportare fino a 40 carichi UCGO che venivano appunto veicolati in orbita con i versatili Deltaglider IV a gruppi di 4 alla volta. La tipologia di missione era dunque Terra-Docking nave orbitante conb trasferimento di carichi-Rientro. oppure Terra Luna con allunaggio e Luna terra con stazionamento in orbita. Ho aggiunto poi una tipologia di missione con DeltaGlider IV direttamente in decollo dalla terra per la Luna e ritorno. In seguito ho aggiunto la base lunare Alpha con tutta una serie di tipologie di missioni, ad esempio è possibile decollare dalla base Alpha con l'Aquila dotata dell'apposito carrello per i container di scorie nucleari e raggiungere in 1 ora di volo il deposito di scorie n°2 dove si possono scaricare i container e depositarli nell'apposito Silos. Questo add-on movimenta un pò le cose, anche se più che altro si tratta di coreografia. Si può infatti girovagare con gli MMU per la base lunare esplorando (muovendosi con la metropolitana) i vari ambienti ricostruiti, come la sala comando o il generatore nucleare 2. Con l'Aquila poi si possono raggiungere altri siti lunari dove far scendere i passeggeri per una passeggiata lunare o un giro in lunar buggy. Ma alla fine anche queste missioni cominciano a risultare ripetitive. Non mi restava che buttarmi nell'ultimo progetto realizzabile: la conquista di Marte.
Così ho cominciato a curare il progetto. La nave ideale per tentare l'impresa è ovviamente l'ammiraglia della flotta, la gigantesca Arrow Freighter con 16 uomini di equipaggio (ne può portare anche 20), e una ruota gravitazionale che rende il lungo viaggio decisamente più confortevole. Il problema però era quello di rifornire la nave del carburante necessario alla missione. L'Arrow Freighter ha una capacità spropositata di 801 tonnellate di carburante, e il DeltaGlider 4 ne può portare in orbita non più di 4 alla volta. Magari per il viaggio su marte potevano essere sufficienti anche solo 300 tonnellate, ma si trattava sempre di organizzare circa 75 missioni, solo per il carburante, più quelle per riempire il carico, uno sforzo un pò troppo oneroso. Così mi sono messo a cercare (ho provato anche con la Soyouz ma non ci ho capito un acca) e alla fine ho trovato il fantastico XR5-Vanguard che è diventata subito la mia nave preferita. Si tratta di un mostro capace di decollare da terra con un peso totale di oltre 1100 tonnellate, anche se in quel caso bisogna essere molto accorti. E' preferibile, e di sicuro più agevole trasportare un carico decisamente inferiore con un peso al decollo inferiore alle 800 tonnellate (che sono sempre un bell'andare). Insomma con questo mezzo ho potuto trasportare fino a 325 tonnellate di carburante a missione, tanto che con 4 o 5 voli si completa tutto l'allestimento.....
(continua)....
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 19:47

Dunque prima di entrare nel vivo della procedura per la missione su Marte (di tutte queste cose mi piacerebbe proprio fare un tutorial anche se è un pò complicato e ci vorrà del tempo a coordinare tutto) vi racconto come si vola con l'XR5. (anche per questo sto preparando i tutorial)

L'XR5 ha un approccio molto professionale e spaventa un pò all'inizio. Per eseguire ogni procedura di bordo (come aprire e chiudere i portelli o azionare gli alettoni e altro) è necessario sempre attivare l'APU che ha una propria riserva di carburante NON RABBOCCABILE dal serbatoio principale (in comunicazione invece con il serbatoio per gli RCS come sul DGIV), quindi l'autonomia deve essere assolutamente gestita perchè rimanere a secco significa non rientrare e basta. Per cui l'APU va sempre spenta quando non serve. D'altra parte dopo un po, un allarme vocale vi avvisa immancabilmente quando l'APU sta girando a vuoto (APU running with no load), ma se vi ricordate da soli risparmiate carburante. Diciamo che l'APU è indispensabile e deve rimanere accesa per tutta la fase di decollo e di rientro. In orbita sostanzialmente può stare sempre spenta, salvo per estrarre la Docking port, o aprire il vano di carico, o, operazione fondamentale ESTRARRE IL RADIATORE. La nave infatti simula perfettamente l'aumento di temperatura interna, tanto che quando è a terra va agganciato ad un raffreddamento esterno (avete mai visto gli aerei militari quando sono attaccati con quel grosso tubo?) In pratica tutto il calore che si produce all'interno dell'astronave produce un inevitabile surriscaldamento che porta alla perdita di ogni sistema se non adeguatamente smaltito. Dal momento del decollo all'arrivo in orbita questo non può essere fatto, perchè il radiatore non può essere estratto, per cui le temperatire saliranno inevitabilmente. Ma c'è tutto il tempo appena arrivati in orbita di estrarre il radiatore e vedrete presto tutto rientrare nella norma. Veniamo adesso alle procedure operative. Questo apparecchio non dispone dei comodi piloti automatici attivi sul DGIV che gestiscono completamente decollo, rientro e persino Docking (solo con la ISS). Qui avete a disposizione solo il controllo dell'ATTITUDE vale a dire Angolo d'attacco o di pitch e il rollio. Poi c'è l'AIRSPEED HOLD che è veramente una manna e che vi facilità notevolmente tutte le manovre, mantenendo con estrema precisione la velocità impostata. Esisterebbe un autoland in modalità Hoover, ma non ho mai provato allunaggi e per cui non so dirvi nulla in proposito.
Dunque, al decollo le cose sono così: la prima cosa da fare è azionare l'APU e quindi girare la manopola in altro a destra sul quadro comandi del pannello centrale su on (a proposito ci sono 5 pannelli selezionabili con CTRL+freccia su o giù o a a sinistra nel caso vi troviate sul pannello superiore dove con la freccia a sinistra andate sul pannello del carico I pannelli sono il centrale,con gli MFD ai lati e l'MDA al centro il pannello inferiore con i serbatoi, il pannello superiore da cui si accede al pannello del carico e il pannello del docking ancora sopra.

continua....
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 20:10

La vera sfida con questo mezzo è provare ad effettuare un decollo a pieno carico con più di 1100 tonnellate di peso. In questa configurazione il consumo di carburante sarà enorme, ecco perchè conviene utilizzarlo solo per trasportare il carburante stesso in modo da poter attingere dal carico come avviene regolarmente e inevitabilmente. Diciamo che imbarcando un carico di 612 tonnellate di carburante, tolte quelle che serviranno a voi, va già bene se riuscirete a salvarne circa 300-350 da utilizzare per rifornire la nave bersaglio che aggancerete in orbita. (in realtà non esiste una procedura per il rifornimento, dovete solo vuotare la vostra nave con il menu custom>edit>propellant del carburante in eccesso, e con la stessa procedura modificare il carico di propellant della nave bersaglio aumentandolo della stessa quantità tolta alla prima).

Ma se non fate tutto bene il carburante residuo potrebbe essere di gran lunga inferiore. Infatti la nave faticherà moltissimo a staccarsi da terra (in questa configurazione la pista di Rochambeau è troppo corta e finirà inevitabilmente prima che arrivi il comando vocale 'Rotate' che vi autorizza a staccarvi dal suolo) e i primi minuti sono una vera sofferenza. Ritirate il carrello e cominciate a cabrare, ma occhio alla velocità. Se cabrate troppo scenderà pericolosamente perchè i motori proprio non ce la fanno. D'altra parte è preferibile fare quota perchè è quasi impossibile fare velocità a strati bassi di atmosfera ed è un errore quello di aspettare di prendere velocità per cabrare perchè vi accorgerete che consumerete moltissimo e la vostra velocità non sarà salita di gran che. La strategia è prendere quota anche lentamente (sarete intornno ai 300ms anche meno) per arrivare a strati meno densi dove piano piano cominciare ad aumentare anche la velocità. Quando oltrepassate i 10 o 15 km la velocità comincia a salire e poco a poco le cose si sistemano e qui arriva il momento di utilizzare i propulsori SCRAM. Ho faticato un pò a capire come funzionasse la cosa, e se devo dirla tutta ancora non ho ben capito su cosa si basi questa forma di propulsione ausiliaria del propulsore principale, so solo che funziona, che ha un suo serbatoio e che meglio la utilizzate più carburante preservate dal serbatoio principale.
nei prossimi post vi spiego come fare.
A presto Terry
Torna in alto Andare in basso
Ripley
Admin
Admin
Ripley

Numero di messaggi : 4607
Età : 56
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.07.10

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 20:31

TG, leggere i tuoi resoconti/manuali/tutorial è sempre un piacere!
Ti farà piacere sapere che ho finito la traduzione del manuale della flotta XR (attualmente in fase di correzione)?

Ma perchè non hai aperto un thread apposta per quello che hai scritto?
Thumb Up 2

_________________________________________________
La mia pagina su Orbiter | Guida a Orbiter | Traduzioni e download | I miei add-on su OH | Video su Vimeo
Torna in alto Andare in basso
http://www.tuttovola.org
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 22:55

Beh, alla fine tutto si continua in un unico scenario che è l'ambientazione dello scenario Terrygroove, per cui l'ho aggiunto qui, come aggiungerò i dettagli della missione per marte.
In ogni caso l'importante è che a qualcuno (nella fattispecie te e non è poco) sia piaciuto.
proseguiamo con il report.

Dunque, come vi dicevo, in caso di pieno carico il guadagno di quota è molto lento, e la velocità si inchioda sui 300m/s ed è già tanto se non scende. Il rateo di salita è veramente basso dovete regolarlo in modo che la velocità resti costante o almeno non scenda troppo mentre l'aereo sale di quota, e per farlo dovrete premere il tasto 2 che attiverà la schermata del pilota automatico in modalità ATTITUDE HOLD dove dopo aver selezionato pitch con il quadratino in alto a destra potrete settare con le freccette il rateo che più vi aggrada. Lo schermo funziona come un touch screen da attivare col mouse, quindi fate clic sul quadratino Engage e il pilota automatico indicherà lo status di Engaged. Vi consiglio di attivarlo quanto prima e di cominciare con un rateo molto basso vicino al 2-3 gradi, quindi provate ad aumentare e controllate che la velocità non scenda troppo. Tutto questo se decollate con il pieno carico, ma se il vostro peso totale si mantiene sotto le 800t allora non ci sono grossi problemi, potrete impostare un pitch anche di 15-17° e vedrete ugualmente crescere la velocità, perche in queste condizioni i motori ne hanno parecchio.Il pilota automatico in modalità ATTITUDE è in grado di gestire anche la virata per cui virate nella direzione in cui il RInc del vostro target su Aligne Planes MFD passa in territorio negativo. (queste nozioni ormai le do per scontata sono state trattate già nei vecchi tutorials) per impostare i valori di virata e di pitch potete usare il mouse toccando le relative freccette sullo schermo, oppure usare i tasti della manovra relativa (es. sul tastierino 2 per cabrare e 8 per picchiare e 4 e 6 per virare a destra o a sinistra) tuttavia con i tasti si avranno incrementi di 5 gradi in virata e di 2.5 in cabrata. Ma veniamo alla fase più misteriosa, questi famigerati propulsorii SCRAM. Da quanto ho capito è fondamentale utilizzarli al meglio per ridurre a livelli accettabili il consumo dei propulsori principali durante la dispendiosa fase di salita. A quanto ho capito e constatato di persona si tratta di una forma di propulsione non efficace a livelli bassi, e infatti vanno attivati oltre i 25 km di quota, ma allo stesso modo non dovrebbero funzionare molto bene quando l'aria è tropo rarefatta. Ecco perchè in realtà credo che abbiano una finestra di 15 20 km non più fra i 35 e i 55 km dove rendono al meglio. Anche per questo arrivato a quella quota mi metto a volo quasi livellato e procedo aumentando la velocità azzerando o quasi il rateo di salita. In pratica dovete prima aprire la SCRAM DOOR con l'apposito interruttore sito sul pannello superiore, (manovra per cui è necessaria l'APU che però in fase di decollo è sempre e comunque accesa) poi, superati i 25 km di quota date potenza con l'apposita manetta sul pannello centrale sotto la quale vedrete un indicatore che comincerà a muoversi, quello di sinistra che salirà subito sulla zona gialla, mentre quello di destra inizialmente rimane quasi fermo. Ciò significa che i motori SCRAM non stanno ancora funzionando a dovere, e infatti il flusso di carburante che consumano è basso. Poco a poco però vedrete l'indicatore salire fino a raggiungere quota 44 dove si arresterà. Quando ciò accade vedrete il valore della spinta relativa ai motori scram crescere molto rapidamente (il valore sotto la colonna Thrust kN nel monitor Engine Display) e allo stesso modo diminuirà rapidamente anche il livello del serbatoio relativo agli SCRAM. Quando la spinta totale supera gli 11-12000, potrete iniziare a ridurre gradualmente il propulsore principale fino a portarlo quasi a zero. La spinta totale continuerà a salire fino ad un punto in cui si arresterà e inizierà a scendere. Come ho detto non so bene da cosa dipenda questo comportamento, credo alla quota ma forse anche al surriscaldamento che infatti dopo un pò raggiungerà valori di guardia, quando l'indicatore sinistro si sposterà sul rosso; a quel punto potete anche escludere gli scram e tornare al propulsore principale, anche perchè se non lo fate presto arriverà un segnale di allarme vocale che vi avviserà che i motori sono surriscaldati e vi intimerà di disattivare i motori e chiudere immediatamente le SCRAM DOORS, cosa che se non farete con la massima rapidità potrà portare alla poco augurabile esplosione in volo del vostro apparecchio. Tornati sul propulsore principale e chiuse le Scram Doors tutto procede regolarmente fino a che sul MFD in modalità Orbit non leggiate il valore ApA desiderato (ad esempio 300km). A quel punto spegnete immediatamente i motori ed aspettate di raggiungere l'ApA per effettuare l'accensione che circolarizzerà la vostra orbita (fase che lascio gestire ad Interplanetary in modalità Orbital come già illustrato in precedenza.) Tuttavia, la prima cosa da fare appena spenti i motori è quella di estrarre il radiatore con l'apposito interruttore sul pannello superiore (Radiator Deploy) altrimenti le vostre temperature di esercizio saliranno fino a danneggiare i vostri sistemi principali con effetti nefasti. Se velo doveste dimenticare comunque, la solita voce femminile molto suadente vi avviserà con il relativo WARNING! specificando che le temperature sono troppo elevate, e questo avviso generalmente arriva anche con un discreto anticipo, così che anche se foste col tempo accellerato, generalmente si fa in tempo a fermare tutto e ad estrarre il radiatore, che tra l'altro ci mette un pò ad uscire. Spostandovi sul pannello inferiore e guardando a destra potrete quindi vedere il valore della temperatura che inizierà inesorabilmente a scendere a livelli di assoluta sicurezza non appena il radiatore sarà completamente estratto, stabilizzandosi poi sui 31.2°.
L'altra cosa importante da fare appena estratto il radiatore (fate attenzione però che non rimanga a metà e accertatevi che la spia sia verde) è di spegnere l'APU, dato che il carburante a lei riservato non è infinito e deve bastarvi per tutta la missione. Fatto questo tutto procede regolarmente con le normali operazioni di Docking, Aligne Planes, quindi Sync Orbit soo che se è la nave Argo che state raggiungendo il docking vero e proprio non sarà possibile data l'incompatibile posizione dei relativi portelli. Potete pero posizionarvi nei pressi della nave e simulare un rifornimento, oppure scivolare sotto la sua pancia e 'sparargli addosso i cargo che espellete e che verranno catturati con l'opzione grapple dall'Arrow Freighter non appena saranno a tiro. (ovviamente può catturare solo i cargo UCGO).
Devo precisare che la nave non è predisposta per caricare cargo UCGO, ma è disponibile un Add-on che in pratica non è che un cargo compatibile con questa nave dentro al quale (dopo averlo selezionato come soggetto col tasto F3) potete alloggiare fino a 24 cargo UCGO. Considerate che l'Arrow Freighter ne imbarca 40 e capite bene che con due sole di queste piattaforme l'avete completamente riempita di ogni ben di Dio (ossigeno soprattutto perche per marte quello che c'è a bordo non basta per tutto il tempo della missione e saranno necessari circa 6 cargo se imbarcate 16 persone come ho fatto io) Terminate le operazioni di scarico e/o di rifornimento siete pronti per tornare a casa. Per la fase di rientro però vi do appuntamento al prossimo post perchè stasera sono ormai stanchino. Vi dico solo che èun emozione esaltante portare a terra un simile gigante (il più grande aereo che io abbia mai virtualmente atterrato!) cosi largo che le sue ruote posteriori occupano tutta la larghezza della pista che deve essere centrata con estrema precisione. Ne parleremo presto e vi manderò anche qualche video dimostrativo di qualche atterraggio così che potrete capire meglio e, usandolo come scenario provare ad esercitarvi fino a diventare anche più bravi del sottoscritto che comunque se l'è cavata anche stavolta.
a presto Terry
Torna in alto Andare in basso
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
Andrew

Numero di messaggi : 5973
Età : 42
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 23:03

bei tutorial; ma l'XR2 Ravenstar non l'hai mai provato? E' forse la più bella nave della serie XR; molto più piccola del XR5, è vero, ma più grande del XR1 (che in pratica è un Delta Glider modificato). Veloce, agile ed esteticamente bellissima. Se ti piacciono questi mezzi futuribili/fantascientifici, l'XR2 è forse un buon mezzo mediopiccolo da aggiungere alla tua flotta in modo da superare le limitazioni del Glider e da affiancare all'enorme XR5.
Torna in alto Andare in basso
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
Andrew

Numero di messaggi : 5973
Età : 42
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 11 Ott 2011 - 23:15

TerryGroove ha scritto:
i propulsori SCRAM. Ho faticato un pò a capire come funzionasse la cosa, e se devo dirla tutta ancora non ho ben capito su cosa si basi questa forma di propulsione ausiliaria del propulsore principale,

allora, tanto per tua cultura tongue 2 lo SCRAMjet è un tipo di motore, realmente esistente, che utilizza l'ossigeno atmosferico come ossidante anziché quello dei serbatoi. Privo di parti mobili, è simile a uno statoreattore, adatto per voli atmosferici a velocità estremamente elevate, dell'ordine di 15 Mach. Ovviamente non funziona bene a basse velocità e non funziona del tutto fuori dall'atmosfera: ecco perché nei veicoli XR puoi usarlo efficacemente solo in una parte della tua ascesa verso l'orbita. E' considerata una delle alternative del futuro per realizzare veicoli SSTO (Single Stage To Orbit) perché consente di risparmiare tantissimo ossidante ed ha ottime performances.
Torna in alto Andare in basso
Ripley
Admin
Admin
Ripley

Numero di messaggi : 4607
Età : 56
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.07.10

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMer 12 Ott 2011 - 11:57

TerryGroove ha scritto:
Beh, alla fine tutto si continua in un unico scenario che è l'ambientazione dello scenario Terrygroove, per cui l'ho aggiunto qui, come aggiungerò i dettagli della missione per marte
Il problema è che questo thread si chiama "Terra-Luna su DG-IV" e tu qui ci spieghi "Terra-Marte su XR5" che è un'altra cosa.
Chi in futuro dovesse cercare queste info magari farà fatica a trovarle...

Comunque nel mio TIOTP 1.2 (in firma), c'è un certo tongue 2 pdf, tradotto da me e da Dany, "Procedura di lancio da KSC a LEO", ora parte integrante del nuovo manuale XR, dove è descritta la procedura di ascesa e dove vengono spiegati per benino gli SCRAM.

Altrimenti è scaricabile singolarmente anche da Tuttovola.

TerryGroove ha scritto:
...Lo schermo funziona come un touch screen da attivare col mouse, quindi fate clic sul quadratino Engage e il pilota automatico indicherà lo status di Engaged...
Mmmhhhh...mi sta venendo un pensierino per il mio setup TouchBuddy + touchscreen

_________________________________________________
La mia pagina su Orbiter | Guida a Orbiter | Traduzioni e download | I miei add-on su OH | Video su Vimeo
Torna in alto Andare in basso
http://www.tuttovola.org
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMer 12 Ott 2011 - 18:14

Grazie Andrew per le tue precisazioni circa il funzionamento dei motori SCRAM. Avevo capito che era un motore esistente, dato l'alto realismo della simulazione. Non ero andato neanche lontano con le mie deduzioni circa le loro procedure operative. Tuttavia non avevo capito che sfruttassero l'ossigeno atmosferico, anche perchè funzionando a quote elevate, di ossigeno ne trovano pochino ma è altresì evidente che a basse quote non si potrebbero raggiungere le velocità operative richieste. Comunque ora so cosa sono con maggiore precisione, anche se penso di averli già usati abbastanza correttamente.

Rispondendo a Ripley per quanto riguarda l'opportunita di un nuovo thread in effetti hai ragione, il discorso sta diventando piuttosto esaustivo e forse meriterebbe uno spazio tutto suo. Vedremo alla fine di trasferire tutto in una apposita sezione ok?

Ringrazio Andrew per l'apprezzamento espresso e colgo il suo invito a visionare l'XR2; lo farò appena ne avrò tempo. E' anche un bene che esistano nuovi stimoli perchè altrimenti alla fine si rischia la noia, quindi è bene centellinare le scoperte. Per il momento comunque, logisticamente parlando, nello scenario un tale inserimento rischierebbe di sembrare un pò un doppione. Il DGIV assolve già egregiamente il compito di un collegamento leggero, e copre benissimo anche la distanza Terra-Luna in perfetta autonomia. I bassi consumi lo rendono un mezzo logisticamente importante. Io lo porto al docking e al rientro in meno di 6 ore, con una precisione che sembra un volo di linea. Tutto fila così liscio e ripetitivo che davvero alla fine ci si annoia.

Ma torniamo all'XR5 e al suo Deorbit. Dunque, come vi dicevo, se avete fatto tutto bene avanzerete molto carburante che sarà bene smaltire prima di rientrare in atmosfera. In effetti io all'inizio tendevo ad imbarcare molti cargo di carburante che oltre che rifornire la nave orbitante aumentavano la mia autonomia dandomi maggiore sicurezza (quando non conosci il mezzo hai sempre paura di restare a secco) Ma è evidente che avevo avuto un impressione sbagliata circa i consumi, avendo cercato di decollare con una massa esagerata di carico. (in effetti ci sono anche riuscito). Rileggendo le specifiche infatti si raccomanda di non superare una massa di carico di circa 430t, mentre io riempiendo la stiva di cargo carburante arrivavo a 612t, ben al di sopra di quanto autorizzato. Quindi è evidente che il vano di carico può arrivare si a contenere 36 container, ma evidentemente più leggeri di quelli di carburante che pesano circa 17t l'uno. (4 di massa a vuoto e 13 di carburante) Altri cargo perano evidentemente meno, e dunque se ne possono imbarcare di più. Anche i cargo UCGO vanno gestiti allo stesso modo, perchè ad esempio se si riempie una piattaforma UCGO che da sola pesa 4t con 24 cargo d'ossigeno si arriva ad un totale di circa 30t per cui anche con questio non si può sfruttare tutta la volumetria disponibile. Insomma, il fatto che avanzi dello spazio va conciliato con il peso totale che in ogni caso non deve superare le 430t. Decollando come facevo io con 612t i consumi all'inizio erano spropositati perchè in effetti per i primi minuti non facevo ne quota ne velocità, ma semplicemente galleggiavo consumando carburante per alleggerire la nave e dargli modo di iniziare a funzionare a dovere. Ciò non toglie che era divertente verificare ogni volta, una volta raggiunta l'orbita, quanto carburante si era riusciti a salvare. A seconda di come si era manovrato durante l'ascesa si potevano avere grosse oscillazioni. Anche da questo si impara ad ottimizzare le manovre. Comunque ora veniamo al Deorbit e al rientro. All'inizio, non conoscendo il mezzo tendevo a rientrare con molto carburante ma con troppo peso ci si disintegra inevitabilmente. 120t sono tollerate ma ho verificato che sono decisamente troppe. Ora sono arrivato a lasciare nel serbatoio principale non più di 60t, e ne avanza sempre circa la metà.
Ma con 60t, anche se doveste finire parecchio lontani c'è autonomia sufficiente (se ben gestita ovviamente) anche per coprire circa 1000 km, benchè non abbia mai fatto una sperimentazione precisa in tal senso. Normalmente il deorbit come lo eseguo io mi porta sempre più vicino, diciamo tra i 350 e i 500 km. Potrei cercare di aggiustare il tiro, ma è molto peggio arrivare lunghi che corti da un punto di vista dei consumi, e poi vi spiego perchè per cui preferisco lasciare le cose così. Dunque vuotate tutti i serbatoi SCRAM che non vi servono più e lasciate nel serbatoio principale circa 60t.
Quindi guardate l'MFD map e aspettate che la vostra traiettoria intersechi la base selezionata come TGT. Quindi aspettate di essere ad una distanza tra gli 11 e i 12M km supponendo una quota di partenza di 300km circa. Se siete più bassi allora potete anche aspettare di avvicinarvi di più. E evidente che la scelta di questi due valori (distanza e quota) influenzerà la forma della vostra parabola. Ciò può dare scostamenti importanti circa la previsione d'impatto al suolo graficamente raffigurata sulla mappa. Ad esempio se partite più bassi, non modificando la distanza, ho l'impressiona che si finisca molto più linghi di dove si era impostato il rientro. Viceversa partire più alti tende ad accorciare la traiettoria, sempre rispetto a quanto graficamente illustrato all'inizio. Ecco perchè cerco di mantenere sempre stabili gli stessi valori, rallentando fra 11 e 12 M e a 300km di quota. Perchè anche così si possono avere scostamenti rilevanti, figuriamoci farlo a casaccio. Ed è molto importante sapere più o meno dove si finirà. Io ad esempio, iniziando l'accensione retrograda come vi ho detto (fra 11 e 12M e a 300km di quota ho sempre un arretramento del punto d'impatto che per questo posiziono esattamente sulla base interessata. Potrei posizionarlo più avanti, ma di quanto? dovrei fare ad occhio. E difficile riportare ad occhio 300 o 400km sulla mappa. Per cui preferisco posizionarlo precisamente sulla base perchè così facendo ho verificato che l'arretramento mi porta a tra i 300 e i 500 km di distanza (capite perchè non conviene avanzarlo perchè non si può neanche prevedere lo scostamento) e in ogni caso si tratta di distanze che si coprono con grande facilità e ti dano anche il tempo di presentarti allineato con grande anticipo sulla pista. Ma di questa fase parleremo in seguito. Ora memorizzate solo i 3 riferimenti: 11-12M km di distanza, circa 300km di quota e decellerare fino a che il quadratino indicante l'impatto al suolo previsto non cada esattamente (o molto vicino) sulla base di destinazione. atto questo tornate prograde e livellatevi all'orizzonte.
Continua.....


Ultima modifica di TerryGroove il Mer 12 Ott 2011 - 21:08, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMer 12 Ott 2011 - 18:27

A questo punto c'è ancora molto tempo prima di entrare in atmosfera, per cui aspettate senza fare nulla o al massimo aprite l'MDA (il monitor centrale del computer di bordo) sulla funzione di Reentry Check dove vi verranno indicati tutti i settaggi necessari ad una corretta manovra di rientro. Alcuni saranno verdi altri rossi. Ad esempio, il radiatore dovrà essere richiamato, i portelli chiusi, insomma tutta una serie di impostazioni che dovranno essere settate nel modo corretto. Ma c'è tempo, ed io generalmente aspetto di arrivare intorno ai 100km di quota. Se non lo faccio prima è per due motivi essenziali. 1) Per fare queste manovre bisogna accendere l'APU, che comunque deve restare accesa per tutta la fase di rientro, e siccome la sua autonomia non è illimitata preferisco accenderla a 100 km e non toccarla più. Poi perchè se ritirate il radiatore troppo presto, le temperature cominceranno subito a salire e nel caso di un rientro che si dovesse complicare non ci sarebbe più modo di farle scendere e potreste trovarvi in difficoltà con un surriscaldamento del sistema. Per cui più a lungo le tenete basse e meglio è. Dunque eseguite tutte le operazioni segnalate sul Reentry Check Display fino a che la voce non vi dirà che tutti i sistemi sono a posto (e li vedrete graficamente tutti colorati di verde) a questo punto, sempre sul MDA selezionate il pilota automatico in modalità ATTITUDE HOLD (tasto 2) ed ipostate un AOA di 40°. Fate attenzione alla modalità, perche tale pilota automatico riconosce due modalità operative impostabili, il pitch e l'AOA (angolo d'attacco). Ora, se in salita vi conviene adottare un valore di pitch, in discesa è obbligatorio selezionare la modalità AOA. Lo potete fare ciclando il quadratino in alto a destra sul MDA fra le modalità pitch e AOA, selezionando quest'ultima.

continua.......


Ultima modifica di TerryGroove il Mer 12 Ott 2011 - 20:41, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMer 12 Ott 2011 - 20:07

Dunque, settato correttamente l'autopilota ATTITUDE HOLD su un AOA di 40° non vi resta che attivare il sistema facendo clic sul quadratino vicino la scritta Engage (ricordate che è uno schermo touch screen).
A questo punto non vi resta proprio più nulla da fare se non ascoltare la voce che inizierà a notificare il calo della vostra velocità indicandovi di volta in volta i Mach a cui state andando. E' evidente che scenderanno continuamente. Potete anche dare uno sguardo alle temperature sotto il vostro scafo monitorate dal display attivabile col tasto 3.
Ma la cosa più importante è tenere d'occhio la vostra posizione sulla mappa. Il quadratino verde infatti si sposterà dalla posizione iniziale e arretrerà verso la vostra posizione. Potete farvi un idea di quanto finirete lontani, generalmente fra i 300 e i 500km se avete fatto le cose come vi ho indicato io. Dunque aspettate che la velocità scenda sotto Mach 5 e quando siete intorno ai 1000-1100 m/s scambiate la modalità AOA con la modalità pitch e abbassate il valore impostato fino ad ottenere un volo livellato. Prima però premete ALT+S che attiverà l'autopilota AIRSPEED HOLD che terrà la vostra velocità al valore in cui l'avete attivato. Il target è piazzarsi in volo livellato sui 30km di quota a 1000-1100 ms, dato che con questo assetto siete in grado di percorrere moltissima strada con un dispendio minimo di carburante. Anche finendo a 400-500 km potrete arrivare a terra con ancora mezzo serbatoio a disposizione. Se scendeste più bassi i consumi sarebbero molto più elevati e potreste invece trovarvi in serie difficoltà. Ve lo ripeto: 1000-1100 ms a 30 km di quota e cominciate a scendere quando siete a 180-150km dalla vostra base.
Date un occhiata anche al valore BRG. quando questo valore è di 65° dovrete puntare dritti sull'obiettivo, che così raggiungerete già perfettamente allineati alla pista. Per far questo ovviamente approcciatevi dalla giusta direzione. Faccio un esempio, se leggete un BRG di 75, dovete volare con un Heading (prua) di un valore che vada nella direzione opposta di quella del valore target (65) per cui volate a 80-90° di Heading. D'altra parte se volaste nella direzione sbagliata il valore BRG anzichè diminuire avvicinandosi al target (65) crescerebbe discostandosene. Volando correttamente invece il valore BRG si avvicinerà al valore target. Ovviamente non c'è bisogno di allinearsi troppo tempo prima, ma dalla velocità con cui il BRG cambia potrete regolarvi su quanti gradi d'incidenza tenere rispetto alla direzione target. Più aumentate l'angolo d'incidenza e più il BRG cambierà rapidamente e viceversa. In questo modo io generalmente viro per allinearmi gia a 60 65 km, ma questo non è un valore tassativo. Potete allinearvi anche più tardi non c'è problema. In ogni caso ricordate che a questo punto (la virata di allineamento) forse è più agevole disattivare l'ATTITUDE HOLD e prendere in mano il vostro apparecchio direttamente, così da gestire con più precisione le virate. Comunque l'importante è che a 180 km iniziate a scendere gradualmente abbassando il pitch (regolatevi, sapete quanta quota avete non c'è bisogno di picchiare, 30 km di quota in 180 km di spazio si smaltiscono agevolmente) Allo stesso modo iniziate a ridurre la velocità. Se siete bravi riuscite a planare dolcemente facendo in modo che l'autopilota non debba intervenire per azionare i motori per tenere la velocità che è meglio smaltire in modo graduale. Se poi vi accorgeste di essere arrivati lunghi azionate gli aerofreni (CTRL+B) se siete arrivati corti non c'è problema, l'autopilota accenderà i motori e sosterrà il vostro volo livellato alla velocità da voi richiesta nella fase finale, vorrà dire che consumerete un pò di più e alla fin fine è un bene dato che sarete più leggeri al touchdown. Se siete stati bravi vi troverete a 50 60 km bene allineati e con i motori ancora spenti, sostenuti e spinti solo dalla vostra planata,e a questo punto, quando vedete la pista e vi trovate a circa 35 km vi consiglio di estrarre il carrello, impostare una velocità di 175 o anche 150 ms sull'autopilota AIRSPEED HOLD e puntare direttamente la pista a schermo pieno spegnendo tutti gli mfd per avere la visuale più libera. D'altra parte sull'HUD c'è tutto quello che vi serve: Orizzonte artificiale, Variometro digitale precisissimo allo 0,1ms e persino il cerchietto crociato che vi illustra il punto d'impatto al suolo e che dovrete solo puntare e tenere fissato ll'inizio della pista. Cosa vi occorre di più? Ai motori ci pensa l'autopilota per cui non resta che provare e riprovare perchè alla fine vi accorgerete che è uno spasso tremendo. In ogni caso ho preparato un piccolo video del finale che vi fornirò al più presto per avere un idea di quanto dolce possa essere l'atterraggio anche per un gigante del genere.

continua....
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMer 12 Ott 2011 - 20:59

Arrivati a questo punto, dopo tanto scrivere, avendo spesso parlato di carichi, di trasporto e di tonnellate, regalo a tutta la popolazione del forum questa piccola ed immortale chicca dei veramente mitici platters. Sixteen Tons, ovverosia 16 tonnellate, un pezzo tutt'oggi dal fascino immutato ed immutabile.
Godiamocelo insieme anche per ricordarci che nella musica come nella vita sia fondamentale divertirsi, per sopportare il peso opprimente della sciagurata condizione umana. In fondo tutti noi con questo complicato mezzo di simulazione non facciamo che regalarci un sogno e cercare quella distrazione aiuti a continuare a combattere questa insensata giornaliera battaglia.



un inedito Terry Musicale


Ultima modifica di TerryGroove il Gio 13 Ott 2011 - 20:33, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyGio 13 Ott 2011 - 19:52

Beh, irresistibili questi Platters non trovate?. Non so perchè ma quando ascolto questa canzone,, mi sorprendo immancabilmente a sorridere, fino a ridere smaccatamente, quando sento quel piano entrare sottovoce ma in anticipo sulla voce del basso come per fargli uno scherzo. Non lo so lo trovo un pezzo fantastico, ne parlavo con Goth, grande appassionato di musica a quanto pare, e gli dicevo appunto che mi da l'idea di chi abbia una gran voglia di divertirsi con la musica, stuzzicandola, scherzando con le note esageratamente basse, e le pause esageratamente lunghe, come si giocherebbe con una giovane amante della quale siamo perdutamente innamorati.

Ma torniamo alla nostra simulazione.
Dunque l'introduzione di questo fantastico XR5 ha reso possibile un rapido rifornimento della nave Argo destinata alla missione Marte, che con due o tre lanci può essere completamente completamente rifornita delle suo 800t di capacità di serbatoio. Anche i 40 cargo possono essere agevolmente stivati, dando la precedenza all'ossigeno, e poi sbizzarrendoci come ci pare magari trasportando qualche modulo abitativo da scaricare sul pianeta una volta arrivati. Per quanto riguarda l'XR5 perciò al momento non resta molto da dire e il suo compito è pressochè esaurito. Sto preparando dei tutorials interattivi in proposito, e ho già registrato le missioni di decollo e rientro, ma ho qualche difficoltà nelle didascalie soprattutto perchè il muose non viene accettato durante il replay, per cui devo spiegarvi i passaggi senza che possiate eseguire molti di essi. (molti infatti si fanno col muose) comunque vedrò quello che posso fare ma datemi tempo. In ogni caso secondo me, se seguite quanto ho scritto sopra siete già in grado di portare a termine ogni fase della missione.

A questo punto non resta che tornare sulla nave Argo e dare inizio all'operazione Marte vera e propria.
La prima cosa da fare è cercare la migliore finestra di lancio, quella cioè che comporta il minor dispendio di carburante. Trattandosi di due pianeti che orbitano intorno al sole è evidente che non ci si possa lanciare sempre ma si debba attendere che le condizioni, volendo intendere le posizioni dei due pianeti siano ottimali. ( E' impensabile lanciarsi quando i due pianeti si stanno allontanando magari interponendo il sole fra loro). Dunque trovare la finestra utile è il primo obiettivo. Ora vi spiego come si fa, nel frattempo vi dico di prepararvi perchè io che l'ho trovata vi posso anticipare che cade tra meno di un mese in una data fatidica tra l'altro da lasciare sconcertati per la incredibile coincidenza. Si tratta infatti dell'11-11-11, cioè 11 Novembre 2011. Quindi organizzatevi per quella data così potrete partire (come farò io) in tempo reale.
Per trovare la data non si fa altro che usare lo stesso programma che guiderà tutta la nostra missione, e cioè Interplanetary MFD (e come poteva essere altrimenti) , questo fantastico ed irrinunciabile add-on che rende questa simulazione un autentico godimento.
Cercate di seguire la procedura che vi illustro:
-Aprire Interplanetary MFD sia a destra che a sinistra (a destra fate clic su Op mode e digitate 0 per agganciare l'MFD di des a quello di sin)
-Sul MFD di sinistra dopo aver aperto il menu di interplanetary selezionate Config e quindi col tasto Nxt portatevi sul campo Mission Timer e con il tasto + (colonna destra come Nxt) cambiate GET in MJD.
-Tornate sul Menu di interplanetary e selezionate Course e fate Set avendo evidenziato la funzione Target intercept.
-Ora fate clic su TGT sulla colonna sinistra e digitate Mars seguito da INVIO
-Interplanetary calcolerà già una rotta con relativa accensione, ma non è in grado di trovare da solo la migliore finestra di lancio dovrete provvedere voi con la seguente procedura:
-Col tasto Nxt evidenziate l'opzione TOF-Unlock e col tasto + spostatela su TOF-Locked
-fate clic su Adj in basso sulla colonna destra fino a che la scritta gigia in basso non indichi Adj 10x.
-ora col tasto Nxt tornate al campo MJD e iniziate a fare un clic su + sulla colonna destra; Noterete che il valore Tej indicherà 80.39k cioè vale a dire 80399 secondi cioè 1 giorno. Cio significa che ad ogni clik sposterete di un giorno il tempo dell'accensione.
- Continuando a fare clic su + noterete i valori in basso sotto la scritta Escape vectors diminuire continuamente. Prendete come riferimento il valore tot e osservatelo attentamente mentre continuate a cliccare su +.
Inizialmente lo vedrete scendere, non appena inizierà a risalire fermatevi e con i tasti + e - tornate avanti e indietro fermandovi sul valore più basso. Quando l'avrete trovato aggiustate il tiro con uno spostamento più breve di un giorno. Per far questo spostate la selezione sul campo Tej sopra a MJD dove vi trovate ora usando il tasto Prev sulla colonna destra. Quindi modificate Adj cliccando in basso a destra fino a settarlo a 100x. Ora ogni clic su + o - sposterà il tempo dell'accensione avanti o indietro di 1 ora. Cercate anche qui il valore più basso riguardo al valore tot sotto la scritta Escape Vector. (in teoria la stessa operazione può essere fatta anche per scegliere il minuto all'interno dell'ora, ma è una cura eccessiva e anche inutile, visto che poi ci sarà un altra regolazione che sposterà comunque il tempo secondo altri criteri.)
- A questo punto avete un idea di quando partirete. Infatti Tej indicherà i secondi mancanti. Dividete x 86400 e troverete i giorni che restano all'accensione. (che come vi ho anticipato dovrebbe cadere intorno all'11 novembre 2011 ovviamente se la data della vostra simulazione è sincronizzata al tempo attuale)
-avanzate il tempo velocemente (tasto T) fino al massimo della possibilità consentita (1 giorno al secondo) e cercate di fermarvi in tempo quando Tej segni all'incirca 350k (4 gg. all'accensione)

continua....


Ultima modifica di TerryGroove il Gio 20 Ott 2011 - 8:58, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyGio 13 Ott 2011 - 22:25

proseguiamo nella procedura di lancio per la missione su Marte

Ci troviamo a bordo della nave Argo in orbita intorno alla terra ed eravamo arrivati ad un Tej di circa 350k che equivale a circa 4 gg dal momento dell'accensione.

- Aprite sul MFD di destra la funzione Interplanetary Sling-Shot
- impostate Adj con l'apposito tasto su 100x e quindi coi tasti Prev e Naxt evidenziate il campo Tej e incrementatene il valore col tasto + fino a che non si avvicini al valore Tej riportato dall'altro MFD du interplanetary in modalità Target intercept. Quando i valori si avvicinano settate Adj a 10x o anche a 1x e continuate a cliccare su + e - fino a che i valori di Tej non siano perfettamente identici. (che poi alla fine si potrebbe anche usare l'opzione set e digitarlo manualmente è la stessa cosa)
- A questo punto osservate il valore PeA sul monitor di destra in modalità Interplanetary Sling shot e cominciate a fare clic su + o - (sempre evidenziando il campo Tej con un Adj di 10x o anche 100x) fino a che il valore PeA non risulti di circa 200k (non è necessario che sia 200k preciso, va bene 210 come 190 o giù di li)
- A questo punto accelerate il tempo fino a che Tej (sempre a destra su sling Shot che a questo punto comanda la situazione) non scenda sotto i 5000s , quindi fate clic su PG sulla colonna sinistra fino a che sulla colonna destra non appaia l'opzione BV; cliccateci sopra e quindi fate clic su AB in basso a destra e il gioco è fatto: Interplanetary Sling Shot gestirà in modo autonomo tutta la fase di accensione.
-Mentre aspettate, sul MFD di sinistra, potete fare clic di nuovo su MNU in alto a sinistra e selezionare l'opzione Map in alto a destra, quindi cliccare su REF sulla colonna sinistra e digitare Mars seguito da . In questo modo potrete verificare al termine della vostra accensione l'esito prodotto. Normalmente potrete osservare un PeA previsto molto elevato, sui 500M, ma credetemi sono niente rispetto a tutta la strada che dovrete coprire, per cui fidatevi perchè l'accensione è andata a buon fine. Sarà semplicissimo aggiustare il tiro con una breve correzione di mid course che vi spedirà dritti al centro del pianeta bersaglio.
Correzione che vi spiegherò come fare più avanti.

Continua.....

Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyVen 14 Ott 2011 - 0:22

Dunque, avendo io già simulato tutta la missione posso anticiparvi nel frattempo alcuni dati:

Come già detto, la data della partenza è caduta nel fatidico 11 11 2011, alle ore 3:05 per la precisione, con un dv di 8879 e un BT di 845 secondi.

Al termine dell'accensione sono residuate 724t di carburante, (ciò significa che l'accensione ha bruciato 76t) e Interplanetary map prevedeva un PeA di 530k e un PeT di 22.96M secondi.

Quando interplanetary Map segnava un PeT di 10.00 M ho effettuato la correzione semplicemente impostando la nave stessa come src (basta fare clic su src e digitare x) su Interplanetary Target Intercept già impostato su Marte. L'accensione di circa 11s mi ha spedito dritto al centro del pianeta di destinazione.

Non ho fatto altro fino a che PeT non è arrivato a circa 400k, quando ho impostato Interplanetary Base Approach su REF>Mars, TGT>Olympus, Orbit insert, Num 1, PeA 200k ed ho eseguito diverse accensioni fino a che il PeA non ha raggiunto il valore desiderato.

Il 5 Agosto 2012 alle ore 11:17 mi sono inserito nell'orbita di Marte con un BT di circa 250 secondi, avendo residuato in tutto 696t di carburante.

A questo punto si può cominciare a pensare alla missione di ritorno, ma ci si accorgerà che la prima finestra utile non capiterà che nel settembre 213, cioè oltre un anno dopo l'arrivo sul pianeta rosso. Bisogna dunque aspettare il 29 Settembre 2013 per effettuare l'accensione che con una durata di 310s (molto più breve di quella del viaggio di andata) copre il dv necessario di 3319. A questo punto restano nei serbatoi ancora 666t di carburante.

Con la stessa procedura del viaggio di andata ho eseguito una mid course correction a PeT 10.00M con interplanetary map. Anche qui l'accensione è stata più breve di quella dell'andata.

Arrivato a PeT 400k ho impostato Interplanetary Planet Approach (usando Rochambeau come base operativa non ho bisogno di usare base approach ma preferisco inserirmi in orbita con un basso angolo di inclinazione equatoriale cosi passo continuamente nelle sue vicinanze ad ogni ciclo orbitale). Planet approach purtroppo non mi permetteva angoli inferiori ai 7.5° ma va già bene tanto poi posso abbassare l'angolo d'inclinazione equatoriale a piacimento con un accensione NORMAL+/-.
Alla fine l'inserimento in orbita terrestre è avvenuta il 24 Giugno 2014 con un accensione di circa 450 secondi. Tutta la missione ha comportato un consumo di 182t residuando nei serbatoi il ragguardevole deposito di 618t.

Questo è stato l'esito della mia simulazione preliminare. Quando effettuerò quella reale impieghero il carburante residuato a bordo per effettuare numerosi viaggi di collegamento fra Marte e la nave Argo usando il DGIV come Navetta. Questo perchè, mi ero dimenticato di dirlo, è assolutamente impossibile atterrare su Marte con la nave Arrow Freighter. Troppa Massa per la gravità del pianeta, discorso chiuso, non si può atterrare e basta. Certo, se provassi a levare 400t ci si potrebbe riprovare, ma credo che anche così la massa sarebbe eccessiva. Eppoi col consumo per sostenere la nave con gli hoover jet si rischierebbe di ritrovarsi a corto per il viaggio di ritorno. Ma in ogni caso credo che non si possa proprio tentare di atterrare. Problema risolvibile con la navetta DGIV solidamente agganciata nel vano di Docking della vostra nave.

Vi fornirò lo scenario TerryGroove aggiornato prima dell'11novembre così che chi vorrà potrà imbarcarsi in quest'impresa in tempo reale.
ora vi do la buonanotte, alla prossima
Terry

Torna in alto Andare in basso
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 51
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV EmptyMar 18 Ott 2011 - 9:32

XR5-Vanguard 1.7
http://www.alteaaerospace.com/ccount/click.php?id=2

XR5 UCGO Cargo Platform
http://www.orbithangar.com/searchid.php?ID=4572

Questi sono i link per aggiornare lo scenario Terrygroove alla nuova configurazione. Presto fornirò tutto in un nuovo definitivo Thread
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty
MessaggioTitolo: Re: Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV   tutorial - Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Nuovo Tutorial interattivo: Terra-Luna su DG-IV
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Orbiter Italia :: Orbiter Space Flight Simulator :: Per Principianti-
Vai verso: