CLICCA QUI PER SCARICARE ORBITER 2016
 
IndiceIndice  FAQFAQ  LinkLink  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
FOI è sui social
Parole chiave
sound Pegasus DGIV Antares AMSO Orbiter jarvis d3d9 Flotta Missione Poderosa manuale lander Shuttle Nassp Base OrbiterSound apollo Basesync 2016 autofcs addon TransX Rientro Fleet Universal
Siti amici
AstronautiNEWS

ForumAstronautico

Orbiter Forum

Tuttovola
Ultimi argomenti
» Costruiranno uno spazioporto per suborbitali a Taranto?
Da Pete Conrad Mar 15 Mag 2018 - 18:44

» D3D9 - il client grafico di Jarmonik
Da Ripley Sab 12 Mag 2018 - 23:37

» Risorse per l'ambiente di sviluppo Visual Studio 2017 (in Win10)
Da Ripley Gio 10 Mag 2018 - 16:03

» [WIP] Missione San Marco 1
Da Dany Gio 26 Apr 2018 - 0:10

» Conversione carichi DGIV- UCGO
Da Franz Sab 21 Apr 2018 - 19:55

» Domanda punti di Lagrange
Da Ripley Gio 19 Apr 2018 - 7:56

» Addon russi di igel e Thorton incompatibili con Orbiter2016?
Da Ripley Mer 18 Apr 2018 - 14:34

» X-Plane 11
Da masdeca Mer 18 Apr 2018 - 11:57

» "Starlab" space station
Da Franz Lun 16 Apr 2018 - 21:53

» Come si mette nasa tv?
Da Francy03 Sab 14 Apr 2018 - 18:16

» Vista interna Delta Glider
Da Franz Ven 13 Apr 2018 - 18:07

» Nuova versione di TransX (Enjo)
Da Ripley Lun 9 Apr 2018 - 15:48

» ModuleMessagingExt v2
Da Ripley Dom 8 Apr 2018 - 21:05

» BaseSync MFD
Da Ripley Dom 8 Apr 2018 - 20:08

» BurnTimeCalc MFD
Da Ripley Ven 6 Apr 2018 - 1:20

» Launch MFD
Da Ripley Ven 6 Apr 2018 - 0:51

» Glideslope 2 MFD
Da Ripley Gio 5 Apr 2018 - 8:53

» Rilasciato XRSound, il nuovo sistema audio
Da Ripley Lun 12 Mar 2018 - 12:42

» Sviluppo di una base italiana - Sede ASVI
Da Franz Gio 1 Mar 2018 - 10:47

» Dalla Terra alla Luna - Serie TV
Da m.a.s Dom 25 Feb 2018 - 22:21

» Problema con D3D9Client Beta 25.4
Da Pietrogramma Dom 25 Feb 2018 - 16:28

» Intervista (finta) a Samantha Cristoforetti
Da Pete Conrad Sab 24 Feb 2018 - 18:25

» Mission to Mars
Da Edward Sab 24 Feb 2018 - 15:20

» oMMU, l'alternativa per la gestione dell'equipaggio!
Da Edward Gio 22 Feb 2018 - 13:13

» Traduzione ITA manuale operativo di volo flotta XR
Da Ripley Mer 21 Feb 2018 - 16:16

Contatore Visite

Condividi | 
 

 Progetto KEO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
FedeX
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 821
Età : 21
Località : Montecarlo (Lucca)
Data d'iscrizione : 27.03.10

MessaggioTitolo: Progetto KEO   Dom 13 Feb 2011 - 22:31

http://it.wikipedia.org/wiki/Satellite_KEO

Il satellite KEO è un satellite spaziale contenente una capsula del tempo che verrà lanciato alla fine del 2010 o 2011. Il satellite, dopo che avrà portato i messaggi dei cittadini della Terra in orbita per circa 50.000 anni, rientrerà intorno all'anno 52.009. Il progetto è supportato dall'UNESCO (che votò questo progetto come il Progetto del XXI secolo), dal gruppo Hutchison, dall'Agenzia Spaziale Europea e da molte altre istituzioni. Il nome del satellite è stato scelto per riflettere lo spirito di partecipazione globale del progetto [k], [e] e [o] sono infatti i tre fonemi utilizzati con più frequenza nelle lingue oggi più ampiamente parlate.

Wikipedia

Inserite il messaggio nella capsula: http://www.keo.org/uk/pages/message.php

Nel messaggio, FedeX ha scritto:
Ehi, cittadino del futuro!
Mi chiamo Federico Matteoni, ho 14 anni, e scrivo da un computer portatile il 13 Febbraio 2010, alle ore 22:11 ora italiana (GMT+1).
Sono un appassionato di astronomia, viaggi spaziali e informatica. Sogno di poter, un giorno, andare nello spazio. La mia massima aspirazione, comunque, è poter vedere i pianeti Giove e Saturno (il 5° e il 6° pianeta in ordine crescente di distanza dalla nostra stella, il Sole) con i miei occhi.
La cosa che mi ha affascinato di questo progetto, il progetto KEO, è la voglia di farsi sentire. È proprio questa voglia, unita al disiderio innato dell'uomo di esplorare, che ha portato, nel lontano 1969, a portare Neil Armstrong e Edwin Buzz Aldrin a diventare i primi "passeggiatori lunari". Ed è sempre questa voglia che ha portato alla costruzione della Stazione Spaziale Internazionale, il primo avamposto umano nello spazio.
L'uomo è nato per esplorare. L'uomo deve esplorare. L'esplorazione spaziale non deve essere frenata da motivi politici o economici. L'esplorazione e la permanenza umana nello spazio è qualcosa di naturale, qualcosa di innegabile, qualcosa che DEVE essere fatto. Non come sfida tecnologica o scientifica, ma come bisogno primario dell'uomo. È questo bisogno che ha portato l'uomo ad essere quello che è, nel bene e nel male. È questo che, in sostanza, è l'essere umano.
Federico "FedeX" Matteoni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://federicomatteoni.altervista.org/
 
Progetto KEO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Orbiter Italia :: Fuori Tema :: Scienza e Astronomia-
Andare verso: