CLICCA QUI PER SCARICARE ORBITER 2016
 
IndiceIndice  FAQFAQ  LinkLink  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
FOI è sui social
Parole chiave
launchpad Shuttle Antares Flotta autofcs Orbiter jarvis Universal addon apollo Rientro Nassp DGIV Ranghi azimuth TransX Base 2016 Missione d3d9 Fleet Poderosa lander Basesync AMSO manuale
Siti amici
AstronautiNEWS

ForumAstronautico

Orbiter Forum

Tuttovola
Ultimi argomenti
» Conversione carichi DGIV- UCGO
Da Franz Ieri alle 19:55

» Domanda punti di Lagrange
Da Ripley Gio 19 Apr 2018 - 7:56

» Addon russi di igel e Thorton incompatibili con Orbiter2016?
Da Ripley Mer 18 Apr 2018 - 14:34

» X-Plane 11
Da masdeca Mer 18 Apr 2018 - 11:57

» "Starlab" space station
Da Franz Lun 16 Apr 2018 - 21:53

» [WIP] Missione San Marco 1
Da Francy03 Lun 16 Apr 2018 - 20:00

» Come si mette nasa tv?
Da Francy03 Sab 14 Apr 2018 - 18:16

» Vista interna Delta Glider
Da Franz Ven 13 Apr 2018 - 18:07

» Nuova versione di TransX (Enjo)
Da Ripley Lun 9 Apr 2018 - 15:48

» ModuleMessagingExt v2
Da Ripley Dom 8 Apr 2018 - 21:05

» BaseSync MFD
Da Ripley Dom 8 Apr 2018 - 20:08

» BurnTimeCalc MFD
Da Ripley Ven 6 Apr 2018 - 1:20

» Launch MFD
Da Ripley Ven 6 Apr 2018 - 0:51

» Glideslope 2 MFD
Da Ripley Gio 5 Apr 2018 - 8:53

» Rilasciato XRSound, il nuovo sistema audio
Da Ripley Lun 12 Mar 2018 - 12:42

» Sviluppo di una base italiana - Sede ASVI
Da Franz Gio 1 Mar 2018 - 10:47

» Dalla Terra alla Luna - Serie TV
Da m.a.s Dom 25 Feb 2018 - 22:21

» Problema con D3D9Client Beta 25.4
Da Pietrogramma Dom 25 Feb 2018 - 16:28

» Intervista (finta) a Samantha Cristoforetti
Da Pete Conrad Sab 24 Feb 2018 - 18:25

» Mission to Mars
Da Edward Sab 24 Feb 2018 - 15:20

» oMMU, l'alternativa per la gestione dell'equipaggio!
Da Edward Gio 22 Feb 2018 - 13:13

» Traduzione ITA manuale operativo di volo flotta XR
Da Ripley Mer 21 Feb 2018 - 16:16

» Aggiornamento flotta XR
Da Ripley Mer 21 Feb 2018 - 16:15

» Nuova versione IMFD 5.7
Da Ripley Mar 20 Feb 2018 - 20:14

» [Risolto] Problema schermo nero D3D9 Orbiter 2016
Da Ripley Mar 20 Feb 2018 - 18:30

Argomenti simili
Contatore Visite

Condividi | 
 

 Concetto "Red Antares"

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 13 Nov 2016 - 22:04

Però quel pezzo di interno (che è solo un nodo di collegamento) l'ho fatto io roll laugh
No, lo preciso perché il vero pezzo forte degli interni (il lavoro di Vittorio) sta nel laboratorio principale! Quello si che merita di essere visto!

Anche se vi ho dovuto apportare qualche modifica di mio pugno per problemi di visualizzazione col motore grafico di Orbiter: ho dovuto rimuovere i racks centrali lasciando molto spazio libero in cui "navigare" con gli astronauti!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4613
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Mer 16 Nov 2016 - 16:05

Sono sempre qua che osservo ...

P.S. Togliete quella brutta faccia che guarda dentro al nodo, quella a destra di chi guarda ... roll laugh
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Mer 16 Nov 2016 - 23:23

Pete Conrad ha scritto:
Sono sempre qua che osservo ...

P.S. Togliete quella brutta faccia che guarda dentro al nodo, quella a destra di chi guarda ... roll laugh

Ma alla fine chi è quello? hai sempre giurato che non eri tu ed invece... roll laugh roll laugh

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4613
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Mer 16 Nov 2016 - 23:29

Fausto ha scritto:
Ma alla fine chi è quello? hai sempre giurato che non eri tu ed invece... roll laugh roll laugh
Seriamente? Mi assomiglia alquanto, ma non so chi lo abbia creato (io no).
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 17 Nov 2016 - 0:36

Nel frattempo ho calcolato ed effettuato le TMI per entrambi i mezzi: treno spaziale e Star Tug. Uno insegue l'altro, cosa mai fatta prima in Orbiter.. prossime immagini Pianeta Rosso! Thumb Up 2

I consumi sono perfettamente in linea con quanto preventivato fino ad ora

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 17 Nov 2016 - 1:05




Sorpresa: passiamo a 50 mila km sopra il polo nord lunare Winkie

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 17 Nov 2016 - 1:10

Wow!

Secondo me questa missione sarà ricca fonte di screenshots da panico!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 17 Nov 2016 - 1:13

Com'è la manovrabilità del treno spaziale?
Per dirla con Jim Lovell, "è come se volassimo con un elefante morto sopra"? roll laugh
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 17 Nov 2016 - 1:22

Andrew ha scritto:
Wow!

Secondo me questa missione sarà ricca fonte di screenshots da panico!

E chissà come verrà il video!  Winkie



Andrew ha scritto:
Com'è la manovrabilità del treno spaziale?
Per dirla con Jim Lovell, "è come se volassimo con un elefante morto sopra"? roll laugh

La manovrabilità non è impossibile: se si usano i getti di traslazione funzionano un po come se fossero di rotazione, facendo ruotare il treno in modo abbastanza gestibile.. e sono anche efficienti soprattutto se si usano quelli su Antares, laddove la massa è decisamente minore.. ora mi rendo conto quanto sia utile la funzione RCS invert che avevo implementato già su Antares 2.5.. per non sprecare troppa benza occorre fare l'operazione con molta pazienza, motivo per cui sto usando l'orientatore nello scenario editor.. ma non rinuncio al realismo, do sempre qualche colpetto per simulare il consumo

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 20 Nov 2016 - 22:17

C'è un problema nell'inserimento nell'orbita marziana.. Praticamente arriviamo proprio dalla direzione sbagliata, e così al momento della TEI il periasse non è nella posizione corretta.. devo pensare a come risolvere questa questo inghippo orbitale... scratch

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 20 Nov 2016 - 22:56

Non ho capito... come intendi per "direzione sbagliata"? Non mi sembra possibile.
A meno che il periasse non si trovi nella posizione sbagliata al momento della ripartenza perché nel frattempo è cambiata la posizione relativa di Marte e Terra...

si potrebbe tentare di circolarizzare l'orbita tenendo un periasse molto basso e facendo una progressiva aerofrenata, orbita dopo orbita... Sarebbe un processo lungo ma funzionale. Servirebbero cinque o sei mesi per completarlo. A quel punto con un'orbita circolare non ci sarebbero più problemi... ma forse non basterebbe più il delta V per tornare! Aiuto
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Lun 21 Nov 2016 - 8:07

Andrew ha scritto:
Non ho capito... come intendi per "direzione sbagliata"? Non mi sembra possibile.
A meno che il periasse non si trovi nella posizione sbagliata al momento della ripartenza perché nel frattempo è cambiata la posizione relativa di Marte e Terra...

si potrebbe tentare di circolarizzare l'orbita tenendo un periasse molto basso e facendo una progressiva aerofrenata, orbita dopo orbita... Sarebbe un processo lungo ma funzionale. Servirebbero cinque o sei mesi per completarlo. A quel punto con un'orbita circolare non ci sarebbero più problemi... ma forse non basterebbe più il delta V per tornare! Aiuto


Forse posso risolvere facendo, per così dire, il "giro largo" senza sprecare troppo DV (ne abbiamo un po in avanzo).. faccio alcune prove

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Ven 25 Nov 2016 - 0:51


_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Ven 25 Nov 2016 - 15:26

Woot
Quindi hai risolto il problema?
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Ven 25 Nov 2016 - 17:09

Forse.. ma dovremo probabilmente posticipare il rientro.. devo fare dei conti più precisi

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Sab 26 Nov 2016 - 14:54

La finestra di rientro ottimale per noi è quella del 5 agosto 2038, che però ha un problema: intercetta la Terra alla seconda orbita. Ciò significa che il trasferimento anziché durare pochi mesi ne dura 2 anni e 4 mesi.. Crying il rientro è a ottobre 2040..

La buona notizia è che così facendo riduciamo il delta V di 200 m/s, permettendo di usare StarLab dall'inizio alla fine.. ora però mi chiedo cosa implichi una missione di 5 anni, a partire dallo stoccaggio dei rifornimenti che forse è il minore dei problemi...

Comunque provo a vedere se esistono altre finestre dalla durata più umanamente sostenibile..

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Sab 26 Nov 2016 - 17:47

Il problema principale che io vedo (a parte l'affidabilità dei mezzi e lo stoccaggio viveri) è il dosaggio di radiazioni che credo sia inaccettabile (anche con lo shelter che, lo ricordo, non serve assolutamente a niente contro i raggi cosmici che sono molto più energetici di quelli che arrivano dal Sole).
E poi bisognerebbe parlare di una missione di 5 anni che non ti porti neanche a posare il piede sul pianeta rosso... rolleyes
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 27 Nov 2016 - 17:41

Dopo una settimana di ragionamenti a tempo perduto credo di aver trovato un sistema per correggere il valore che a noi serve veramente, e cioè la longitudine del periasse, che è indicata con un simbolo curioso che non conoscevo e chissà perché mi fa un po ridere roll laugh

Longitudine del periasse

Per farlo necessitiamo una MOI in orbita polare con eccentricità più vicina possibile a 1.. poi si vedrà se avevo ragione o meno...


_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 27 Nov 2016 - 17:54

Per il simbolo: roll laugh
Un'orbita polare avrebbe anche le sue belle ricadute scientifiche con un'osservazione dettagliata delle calotte ghiacchiate. Anche se credo precluda definitivamente ogni chance di esplorare Phobos nel ridotto delta-v del micro-lander...
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 27 Nov 2016 - 18:12

Andrew ha scritto:
.... Anche se credo precluda definitivamente ogni chance di esplorare Phobos nel ridotto delta-v del micro-lander...

il micro lander in realtà non ha un Delta V così ridotto per l'esplorazione delle lune di Marte.. al limite dovremo rinunciare al suo ritorno a Starlab, ma non è detto neppure quello.. il tutto sta a capire quanto Delta V mi serve a cambiare inclinazione da 90° a 0° effettuando la manovra ad apoasse più alto possibile... questa la chiave.. se riusciamo a stare entro 200 m/s dovremmo farcela..

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Dom 27 Nov 2016 - 18:50

Il fatto è che per tornare alla base il lander dovrebbe cambiare inclinazione due volte... credo sia troppo ma, una volta definita un'apoasse, è abbastanza facile fare una prova "sul campo" utilizzando un delta glider! Big Grin
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 1 Dic 2016 - 0:37

Ecco gli ultimi sviluppi, direi positivi
Per cambiare inclinazione da 90 gradi a 0 ad apoasse più alto possibile ci vogliono circa 120 m/s. Se effettuiamo questa manovra circa 6 mesi dopo la MOI ci troveremo nella giusta direzione per il rientro con tutto il treno spaziale!

Quei 120 m/s si potrebbero succhiare dallo star tug aggiuntivo (dopo l'incontro con starlab in orbita marziana), a quel punto gli rimarrebbero circa 700 m/s per la TEI.. insufficienti da soli, ma niente paura, abbiamo circa 1,3 km/s su Antares che possono sopperire alla mancanza nel tratto finale terra marte (spero di farcela in 15 giorni, massimo 20)

Su Antares non abbiamo il pieno perché qualcosa è andato consumato durante il rendez- vous con il treno spaziale in LEO.. ma 1,3 km al secondo sono un bel patrimonio comunque! Dovrebbero bastare!
Ma dato che ora possiamo scegliere l'inclinazione corretta al momento corretto vediamo se c'è una finestra di rientro meno dispendiosa..

Così rimarremo nei tempi di missione inizialmente previsti, senza perdere nulla...

A quel punto la missione del lander è salva, anche se avrà meno tempo per scorrazzare!

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4613
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 1 Dic 2016 - 12:42

Sto leggendo "L'Uomo di Marte", mi sembra di leggere i ragionamenti fatti in un certo punto del libro ... roll laugh
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7088
Età : 35
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Gio 1 Dic 2016 - 16:59

Pete Conrad ha scritto:
Sto leggendo "L'Uomo di Marte", mi sembra di leggere i ragionamenti fatti in un certo punto del libro ... roll laugh

In effetti mi sentivo un po Mark Whitney.. roll laugh

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Andrew
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 5955
Età : 40
Località : Pavia/Torino
Data d'iscrizione : 03.12.09

MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   Ven 2 Dic 2016 - 13:29

Fausto ha scritto:

Quei 120 m/s si potrebbero succhiare dallo star tug aggiuntivo (dopo l'incontro con starlab in orbita marziana), a quel punto gli rimarrebbero circa 700 m/s per la TEI.. insufficienti da soli, ma niente paura, abbiamo circa 1,3 km/s su Antares che possono sopperire alla mancanza nel tratto finale terra marte (spero di farcela in 15 giorni, massimo 20)

Questo vuol dire, se ho capito bene, che bisogna a un certo punto abbandonare l'habitat e fare l'ultimo pezzo solo con Antares e la stazione rimane in orbita solare? Giusto?

15/20 giorni di volo in solitaria con Antares sono fattibili come abitabilità: Gemini 7 rimase in orbita 14 giorni (non ricordo però a quanto ammonta l'equipaggio per la missione)... Anche il dosaggio di radiazioni penso sia tollerabile, penso non superiore a una tipica missione Apollo di 10 giorni con 3 giorni sulla superficie lunare dove la schermatura data dalle tute e dalle sottili pareti del LEM è praticamente assente.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Concetto "Red Antares"   

Tornare in alto Andare in basso
 
Concetto "Red Antares"
Tornare in alto 
Pagina 5 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Problema VC Antares D3D9
» Possibile virus nei pacchetti Antares ed Eridanus
» Capsula abitata Antares

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Orbiter Italia :: Orbiter Space Flight Simulator :: Sviluppo Add-on :: Orbiter SDK-
Andare verso: