CLICCA QUI PER SCARICARE ORBITER 2016
 
IndiceIndice  FAQFAQ  LinkLink  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
FOI è sui social
Parole chiave
jarvis TransX d3d9 manuale Nassp Shuttle Antares launchpad 2016 multiplayer Fleet autofcs Flotta blocca Orbiter texture Universal Missione DGIV azimuth programma apollo lancio Rientro Poderosa Pegasus
Siti amici
Astronautica Ultima Speranza

AstronautiNEWS

Orbiter Forum

Tuttovola
Ultimi argomenti
» Sviluppo di una base italiana - Sede ASVI
Da Dany Oggi alle 18:43

» [WIP] Missione San Marco 1
Da Dany Gio 14 Dic 2017 - 14:21

» Nuova versione BETA di Orbiter
Da Ripley Lun 11 Dic 2017 - 17:43

» Aggiornamento flotta XR
Da Ripley Lun 11 Dic 2017 - 12:45

» Ciao a tutti arrivo da Facebook
Da Ripley Dom 10 Dic 2017 - 23:00

» A cosa serve il LUA in orbiter?
Da Ripley Gio 7 Dic 2017 - 0:15

» Mi presento
Da Franz Sab 2 Dic 2017 - 15:11

» ciao a tutti
Da Francy03 Lun 27 Nov 2017 - 15:06

» Lander Lunare Abitabile Arcturus - sviluppo
Da Franz Sab 25 Nov 2017 - 22:43

» Ciao a tutti
Da Franz Ven 24 Nov 2017 - 10:21

» Hello Italians!
Da Francy03 Mer 22 Nov 2017 - 19:22

» Orbiter Sound 4.0 MFD non funziona
Da Ripley Dom 12 Nov 2017 - 22:26

» [Risolto] Jarvis non scaricabile
Da Ripley Mer 1 Nov 2017 - 0:12

» Cosa Vorreste Cambiare Del Forum?
Da Francy03 Gio 26 Ott 2017 - 17:24

» Ripley Administrator!
Da marcogavazzeni Sab 21 Ott 2017 - 7:43

» Rendezvous ISS "by the numbers"
Da wolf Ven 13 Ott 2017 - 12:31

» Ciao a tutti da Francy
Da Pete Conrad Ven 13 Ott 2017 - 7:18

» Salve a tutti
Da DDD Gio 5 Ott 2017 - 13:53

» MOONSCAPE versione completa - documentario di Paolo Attivissimo
Da Ripley Gio 28 Set 2017 - 0:01

» Astronautica US chiude i battenti
Da Ripley Mer 27 Set 2017 - 23:52

» Rilasciato Anim8or versione 1.0
Da Pete Conrad Ven 22 Set 2017 - 14:39

» D3D9Client - il client grafico di Jarmonik
Da Ripley Mar 19 Set 2017 - 17:26

» Segnali di vita da Dansteph!
Da Ripley Gio 31 Ago 2017 - 0:06

» Multistage2015
Da fred18 Lun 28 Ago 2017 - 14:10

» Terza missione di Paolo Nespoli nello spazio.
Da marcozambi Dom 27 Ago 2017 - 9:34

Argomenti simili
    Contatore Visite

    Condividere | 
     

     Sopravvivenza nel LEM

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 17:30

    Ciao.
    Avevo una curiosità da chiedervi.
    Ho cercato sul web..ma a parte i tempi di permanenza sulla Luna..nisba.. confused 2

    Mi sapete dire quale era il tempo massimo di sopravvivenza sul LEM?

    In particolare il tempo massimo di ossigeno a disposizione per 2 astronauti (e se volete anche l'acqua e il cibo presenti...) al massimo del razionamento e con tutto funzionante (vedi i filtri CO2 ecc. ecc.), includendo anche quello delle tute.

    Grazie in anticipo! happy face
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Andrew
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 5955
    Età : 40
    Località : Pavia/Torino
    Data d'iscrizione : 03.12.09

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 17:47

    Dipende se parliamo del LEM base, in uso da Apollo 9 ad Apollo 14, o di quello potenziato usato nelle missioni J, vale a dire Apollo da 15 a 17. Il secondo è sicuramente molto più capace, ma io penso che in tutti i casi oltre i tre o quattro giorni non si potesse molto andare... aspettiamo Vittorio
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 18:15

    Ho recuperato una discussione similare sul web...anche se poi si azzuffano fra di loro ed alla fine non è chiaro se tali dati siano precisi...almeno un pochino...

    "...Circa 24kg di ossigeno, tra i serbatoi del descent e ascent.
    Considerando che il consumo d'ossigeno per la respirazione era calcolato sulla base di 0.02Kg/h, hai 1200 ore di ossigeno, 600 ore ad astronauta.
    Togli circa 6kg di ossigeno per le ripressurizzazioni, ed hai comunque sempre 18kg di ossigeno, cioè circa 450 ore per astronauta...
    "

    confused 2 Quasi 19 giorni e senza EVA addirittura 25? No Way!
    Mi sembra tantino... confused
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Andrew
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 5955
    Età : 40
    Località : Pavia/Torino
    Data d'iscrizione : 03.12.09

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 18:44

    Tutto questo se nel LEM fosse stivato cibo per un mese (o cartucce per la C02, o anche solo sacchetti per feci e urine!), cosa che non era... e poi ci si dimentica di un cosa: il LEM non ha pile a combustibile, né celle solari. Funziona semplicemente a batterie, e quelle certo non durano venti giorni. La loro durata sicuramente si misura in ore; secondo me i tre giorni delle missioni J, non dico che fossero al limite delle possibilità estreme LEM, ma non ci andavano poi così lontano. La quantità aggiuntiva di ossigeno sicuramente serviva ad avere un margine in caso di perdite o altri problemi, cosa che se ben ricordo si verificò con Apollo 16 (anche se non sono sicuro che la perdita interessasse quell'impianto).

    Tenendo conto di Apollo 13 che ha tenuto 3 persone per 4 giorni e ricalcolando per 2 persone, vengono 6 giorni di autonomia massima. Facendo la proiezione per un LEM di tipo J, più capace, arrivo (in modo del tutto empirico) a stimare circa 9 giorni di autonomia massima, ma riducendo i consumi al minimo possibile, e intendo al livello di disagio di Lovell e soci.

    Oltretutto se il LEM fosse sulla superficie, in quel lasso di tempo la rotazione lunare porterebbe il veicolo in una zona o troppo fredda (in ombra) o troppo calda (col sole a picco), oltre il range di temperature che il mezzo può sopportare. Non è un caso che le missioni lunari sbarcassero sempre vicino al terminatore, col sole basso... temperature né troppo alte né troppo basse!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    apollo17
    Pilota
    Pilota
    avatar

    Numero di messaggi : 908
    Località : Treviso
    Data d'iscrizione : 23.12.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 20:20

    Trovo che i dati più attendibili siano questi ultimi, teniamo conto di quello che si è fatto con Apollo 13. Penso che in quella situazione abbiano spremuto tutto quello che potevano dal LEM. E' logico che ci sia più margine per l'ossigeno che per altri consumabili: insomma la pipì possono tenerla ma il respiro no! Se poi teniamo conto che il LEM era studiato con l'idea di ridurre i pesi, magari c'era preoccupazione per la solidità dei condotti, o della tenuta delle guarnizioni.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Pete Conrad
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 4599
    Età : 54
    Località : Trieste
    Data d'iscrizione : 05.01.10

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 20:24

    Andrew ha scritto:
    ... aspettiamo Vittorio
    Grazie della fiducia roll laugh ma non è che ne sappia tantissimo più di voi. Comunque se non erro i calcoli fatti da Andrew riguardo le batterie sono corretti, ed infatti il limite era di 5-6 giorni. Tale limite era dovuto non solo alle batterie in se e per se, ma anche dal fatto che come scritto andare troppo in là con i tempi poteva risultare nell'avere il sole troppo a picco (gli allunaggi sono sempre avvenuti con il sole nell'alba lunare) con conseguente problema di calore eccessivo da smaltire.
    In sostanza il LEM (anzi LM) fu progettato in maniera da assicurare 6 giorni di autonomia massima perché avere una autonomia maggiore era del tutto inutile, e quindi anche le batterie furono programmate per quell'autonomia e non oltre.
    Riguardo i consumi di ossigeno e il volume a disposizione non dimentichiamoci che oltre alle ripressurizzazioni l'ossigeno doveva servire a riempire il PLSS (gli zaini di sopravvivenza) per le EVA, quindi garantendo (nelle missioni J) almeno anche circa 15 ore x 3 EVA=45 ore di ossigeno in più.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 20:51

    Ottime infos! Thumb Up 2

    Quindi, per concludere ( e naturalmente dopo avere consultato l'"oracolo" Vittorio.. Tongue Face) è ragionevole stabilire in 140/144 ore il limite di sopravvivenza "concesso" dal LM...ed in particolare dalle sue batterie?

    Grazie a tutti per il supporto! Thumb Up
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    DDD
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 436
    Età : 19
    Località : Solferino (MN)
    Data d'iscrizione : 19.05.14

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Sab 27 Dic 2014 - 23:27

    Il pressati originale dice che i LM base erano "certificati" per 35 ore con due astronauti in condizioni di utilizzo normali, i LM per missioni di tipo J 67 ore massimo.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 1:18

    DDD ha scritto:
    Il pressati originale dice che i LM base erano "certificati" per 35 ore con due astronauti in condizioni di utilizzo normali, i LM per missioni di tipo J 67 ore massimo.

    si, però Apollo 17 è stato sulla Luna per 74h 59' 40''... alle quali si somma il viaggio ad "andare" di 2h 34' 01'' ed il "ritorno" di 2h 15' 38''...quasi il 16% in + della certificazione.
    Il che fa supporre almeno il doppio di "resistenza"..
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Pete Conrad
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 4599
    Età : 54
    Località : Trieste
    Data d'iscrizione : 05.01.10

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 7:56

    Per avere maggiori dati ci vorrebbe leggere il libro del progettista capo del LM Tom Kelly "Moon Lander: How We Developed the Apollo Lunar Module". E' un libro abbastanza recente (2001) e lo si trova anche su Amazon, purtroppo però solo in inglese.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    apollo17
    Pilota
    Pilota
    avatar

    Numero di messaggi : 908
    Località : Treviso
    Data d'iscrizione : 23.12.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 9:02

    Quando calcolo la portata d'esercizio di una fondazione divido per 2,3 la portata limite. Probabilmente i progettisti del LM hanno adottato criteri simili per certificare le condizioni di utilizzo.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    DDD
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 436
    Età : 19
    Località : Solferino (MN)
    Data d'iscrizione : 19.05.14

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 11:02

    m.a.s ha scritto:
    si, però Apollo 17 è stato sulla Luna per 74h 59' 40''... alle quali si somma il viaggio ad "andare" di 2h 34' 01'' ed il "ritorno" di 2h 15' 38''...quasi il 16% in + della certificazione.
    Il che fa supporre almeno il doppio di "resistenza"..
    Ok, mi sono spiegato male: con "in condizioni di utilizzo normali" intendevo "all system on", ovvio che nelle 74 e passa ore sulla superficie il LM consuma molto meno rispetto a quando deve atterrare...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 12:52

    Pete Conrad ha scritto:
    Per avere maggiori dati ci vorrebbe leggere il libro del progettista capo del LM Tom Kelly "Moon Lander: How We Developed the Apollo Lunar Module". E' un libro abbastanza recente (2001) e lo si trova anche su Amazon, purtroppo però solo in inglese.

    Grazie per l'info!

    Ho cercato sul web e ho trovato il link per scaricarlo in versione .epub:
    Moon Lander: How We Developed the Apollo Lunar Module

    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Pete Conrad
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 4599
    Età : 54
    Località : Trieste
    Data d'iscrizione : 05.01.10

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 13:39

    Non è molto regolare (è una mezza pirateria) ma
    GRAZIE!!!!


    Scaricato al volo! Thumb Up
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    DDD
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 436
    Età : 19
    Località : Solferino (MN)
    Data d'iscrizione : 19.05.14

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 14:10

    Pete Conrad ha scritto:
    Non è molto regolare (è una mezza pirateria)

    Whistling  ops... per sbaglio mi si è aperto il link...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 14:15

    ..shhhhhh!

    io non ho visto niente..non c'ero...e se c'ero, stavo dormendo... Sleep

    study
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Andrew
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 5955
    Età : 40
    Località : Pavia/Torino
    Data d'iscrizione : 03.12.09

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 14:17

    con cosa si apre un file .epub? Pirata
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    DDD
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 436
    Età : 19
    Località : Solferino (MN)
    Data d'iscrizione : 19.05.14

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 14:19

    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    apollo17
    Pilota
    Pilota
    avatar

    Numero di messaggi : 908
    Località : Treviso
    Data d'iscrizione : 23.12.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 18:22

    Si può sempre convertire in pdf online.


    EDIT:

    Ahhrghh Scared mi si apre un link e mi scarica un file in computer!!!

    Che sia un trojan? (o un parente stretto, magari un figlio di t....)

    Vabbeh, ormai che è in hard disk...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Pete Conrad
    Add-on Developer
    Add-on Developer
    avatar

    Numero di messaggi : 4599
    Età : 54
    Località : Trieste
    Data d'iscrizione : 05.01.10

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Dom 28 Dic 2014 - 20:11

    Andrew ha scritto:
    con cosa si apre un file .epub? Pirata
    Anche con l'ottimo programma free (che serve tra l'altro per la gestione dei libri elettronici) Calibre.
    Io ho un e-reader e questo programma è molto utile per la conversione di e-book in pdf e viceversa oltre che per la conversione degli e-book nei vari formati (epub, mobi ed altri).

    P,S, Ovviamente l'e-book del LM è già finito sull'e-reader ... Buffone
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    m.a.s
    Specialista
    Specialista
    avatar

    Numero di messaggi : 463
    Località : Mars
    Data d'iscrizione : 08.10.13

    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   Lun 29 Dic 2014 - 1:40

    Il convertitore in pdf...si funziona.. ma non mantiene i margini originali.

    Io ormai (vista anche la "disponibilità" online degli ebook... Blush ) mi sono convertito alla lettura via tablet (uso Aldiko come lettore multiuso)...anche se il fascino della carta..non è del tutto svanito.. rolleyes
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Sopravvivenza nel LEM   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Sopravvivenza nel LEM
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1
     Argomenti simili
    -
    » preparazione tesi di laurea

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum Orbiter Italia :: Orbiter Space Flight Simulator :: Assistenza e Domande in Generale-
    Andare verso: