RILASCIATO ORBITER 2016!!! CLICCA QUI PER SCARICARLO
 
IndiceIndice  FAQFAQ  LinkLink  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
FOI sui social networks
Argomenti simili
Siti Amici
Astronautica Ultima Speranza

AstronautiNEWS

Orbiter Forum

Tuttovola.org

Contatore Visite
Ultimi argomenti
» Rilasciato Anim8or versione 1.0
Da Ripley Mar 19 Set 2017 - 22:31

» D3D9Client - il client grafico di Jarmonik
Da Ripley Mar 19 Set 2017 - 17:26

» Nuova versione BETA di Orbiter
Da Ripley Ven 1 Set 2017 - 16:18

» Segnali di vita da Dansteph!
Da Ripley Gio 31 Ago 2017 - 0:06

» Multistage2015
Da fred18 Lun 28 Ago 2017 - 14:10

» Sviluppo di una base italiana - Sede ASVI
Da marcogavazzeni Dom 27 Ago 2017 - 21:19

» Terza missione di Paolo Nespoli nello spazio.
Da marcozambi Dom 27 Ago 2017 - 9:34

» Texfilms - Un nuovo canale streaming live
Da Ripley Dom 20 Ago 2017 - 20:14

» Nuove textures HRSC per Marte
Da wolf Ven 18 Ago 2017 - 12:02

» Domanda ridicola sui piani orbitali Terra-Luna
Da Ripley Mar 8 Ago 2017 - 7:29

» Space Shuttle Ultra - il vero Shuttle a casa vostra
Da wolf Gio 3 Ago 2017 - 21:17

» sound e carburante limitato
Da DDD Mer 2 Ago 2017 - 11:11

» Cambio indirizzo mail
Da Ripley Mar 1 Ago 2017 - 16:28

» [Risolto] Problema download XR Fleet
Da DDD Dom 23 Lug 2017 - 9:39

» [Risolto] Problema avviamento Orbiter
Da Ripley Sab 22 Lug 2017 - 21:12

» Buonasera, mi presento
Da Ripley Sab 22 Lug 2017 - 14:40

» Nuove navi in sviluppo per la flotta XR: XR0, XR3, XR4
Da wolf Ven 7 Lug 2017 - 12:24

» Traduzione ITA manuale operativo di volo flotta XR
Da Ripley Ven 7 Lug 2017 - 11:44

» GeneralVehicle
Da marcogavazzeni Gio 29 Giu 2017 - 20:24

» Vittime del lancio della Progress MS-06
Da Ripley Sab 24 Giu 2017 - 22:50


Condividere | 
 

 Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
marcogavazzeni
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 1163
Età : 48
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 04.01.09

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mar 28 Giu 2011 - 12:37

IceCoder ha scritto:
Motore Stirling: prodotto e praticamente gettato nel dimenticatoio 200 anni fa, secondo me (ed il prof che me l'ha mostrato) sarebbe un'ottima idea come fonte energetica invernale, accoppiata ad un termocamino.
http://it.wikipedia.org/wiki/Motore_Stirling

Interessantissimo questo motore,da quel che ho capito basta una differenza di temperatura anche lieve fra le due camere per farlo funzionare...se si collegasse una dinamo per far funzionare una resistenza che và a scaldare la prima camera....si otterrebbe il moto perpetuo? Tongue 3
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.orbithangar.com/searchauth.php?search=marcogavazzeni
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4593
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mar 28 Giu 2011 - 12:41

Marco, non credo: va contro ogni principio della termodinamica.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
IceCoder
Astronauta
Astronauta


Numero di messaggi : 164
Età : 28
Località : Italia
Data d'iscrizione : 04.08.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mar 28 Giu 2011 - 13:20

marcogavazzeni ha scritto:

Interessantissimo questo motore,da quel che ho capito basta una differenza di temperatura anche lieve fra le due camere per farlo funzionare...se si collegasse una dinamo per far funzionare una resistenza che và a scaldare la prima camera....si otterrebbe il moto perpetuo? Tongue 3

Esatto, si basa sul fatto che aumentando la temperatura aumenta anche la pressione dell'aria contenuta all'interno del pistone.

Moto perpetuo personalmente dubito, perche' non e' un sistema isolato, quindi una parte dell'energia viene dissipata come calore all'esterno e si perde, quindi avremmo una perdita progressiva di forza nel pistone, di conseguenza un moto non perpetuo..

Pero' accoppiandone qualcuno ad un termocamino si potrebbe produrre una discreta quantita' di energia elettrica.. Nei luoghi con clima freddo penso potrebbe dare un valido contributo..
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7089
Età : 34
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mar 28 Giu 2011 - 14:08

Il concetto di moto perpetuo non solo è in contraddizione con i principi della termodinamica, ma anche con la famosa equazione di Einstein E=mc2. Se l'energia è direttamente proporzionale alla quantità di materia, allora energia infinita = materia infinita.. il che francamente mi sembra ridicolo...

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
IceCoder
Astronauta
Astronauta


Numero di messaggi : 164
Età : 28
Località : Italia
Data d'iscrizione : 04.08.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mar 28 Giu 2011 - 14:58

Fausto ha scritto:
Il concetto di moto perpetuo non solo è in contraddizione con i principi della termodinamica, ma anche con la famosa equazione di Einstein E=mc2. Se l'energia è direttamente proporzionale alla quantità di materia, allora energia infinita = materia infinita.. il che francamente mi sembra ridicolo...

Uhm.. si ma tecnicamente (qualora l'energia iniziale rimanesse magicamente costante) si tratterebbe della stessa quantita' di energia in un percorso circolare..

E poi se non sbaglio quest'equazione dovrebbe indicare l'energia posseduta da una data massa, e noi non convertiamo il motore in energia Big Grin
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marcogavazzeni
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 1163
Età : 48
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 04.01.09

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mar 28 Giu 2011 - 20:56

Pete Conrad ha scritto:
Marco, non credo: va contro ogni principio della termodinamica.

Eh mi sono espresso male,moto perpetuo è un modo di dire inesatto,quello che intendevo dire è che potrebbe produrre più energia di quanta ne consuma,perchè non serve un calore che faccia evaporare l'acqua,basta che ci sia una differenza di temperatura fra le due camere,su wiki c'è scrtto che alcuni modelli funzionano anche con il calore della mano.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.orbithangar.com/searchauth.php?search=marcogavazzeni
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7089
Età : 34
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mer 29 Giu 2011 - 13:37

IceCoder ha scritto:
Fausto ha scritto:
Il concetto di moto perpetuo non solo è in contraddizione con i principi della termodinamica, ma anche con la famosa equazione di Einstein E=mc2. Se l'energia è direttamente proporzionale alla quantità di materia, allora energia infinita = materia infinita.. il che francamente mi sembra ridicolo...

Uhm.. si ma tecnicamente (qualora l'energia iniziale rimanesse magicamente costante) si tratterebbe della stessa quantita' di energia in un percorso circolare..

E poi se non sbaglio quest'equazione dovrebbe indicare l'energia posseduta da una data massa, e noi non convertiamo il motore in energia Big Grin

Si, ma io intandevo la cosa in termini assoluti.. nel senso che il moto perpetuo che a lungo andare genera cosiddetta "energia gratuita" non spiega da dove diavolo arrivi la suddetta.. cioè da qualche parte ci deve essere massa che si è trasformata in energia, e la mia domanda è: dov'è quella massa?

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
IceCoder
Astronauta
Astronauta


Numero di messaggi : 164
Età : 28
Località : Italia
Data d'iscrizione : 04.08.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Mer 29 Giu 2011 - 14:36

Fausto ha scritto:
IceCoder ha scritto:
Fausto ha scritto:
Il concetto di moto perpetuo non solo è in contraddizione con i principi della termodinamica, ma anche con la famosa equazione di Einstein E=mc2. Se l'energia è direttamente proporzionale alla quantità di materia, allora energia infinita = materia infinita.. il che francamente mi sembra ridicolo...

Uhm.. si ma tecnicamente (qualora l'energia iniziale rimanesse magicamente costante) si tratterebbe della stessa quantita' di energia in un percorso circolare..

E poi se non sbaglio quest'equazione dovrebbe indicare l'energia posseduta da una data massa, e noi non convertiamo il motore in energia Big Grin

Si, ma io intandevo la cosa in termini assoluti.. nel senso che il moto perpetuo che a lungo andare genera cosiddetta "energia gratuita" non spiega da dove diavolo arrivi la suddetta.. cioè da qualche parte ci deve essere massa che si è trasformata in energia, e la mia domanda è: dov'è quella massa?

Se ho capito cosa intendi la risposta generica e': la patata!

Ebbene si: mangio una patata, diventa energia, con quell'energia do una spintarella alla macchina (trasferisco energia), e tramite moto perpetuo quell'energia resta in circolo della fantomatica macchina a moto perpetuo per il resto dell'eternita' o fin quando non mangio un'altra patata e fornisco energia in senso opposto per fermare la macchina.

Quindi nel mio esempio E = mc^2 si applica alla parte digerita della patata.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 49
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Gio 30 Giu 2011 - 0:35

ma di che diavolo state parlando?
Quello che ho visto io è soltanto un motore, magari molto efficiente, ma solo un motore che trasforma una fonte di energia in movimento meccanico, da utilizzare per le più svariate applicazioni, ma sempre di un motore si tratta, non di una fonte di energia in se stessa. Qui si ha bisogno di una fonte di energia che generi la differenza di temperatura, che deve peraltro essere mantenuta per garantire il funzionamento della macchina. Ora se si vuole usare il sole come ho letto che qualche applicazione prevede, allora diventa un modo di trasformare l'energia solare quindi pulita e rinnovabile in qualcosa di praticamente utilizzabile. Ma il motore potrebbe benissimo funzionare a petrolio o a metano o con qualunque altro materiale combustibile. L'idea che qualcuno si è fatto che possa trattarsi di un modello che si automantenga è totalmente fasulla. Addirittura leggo qualcuno che scrive che il sistema produrrebbe più energia di quanta ne impiega. Ragazzi, capisco l'entusiasmo, ma una cosa del genere non è ancora stata inventata per il semplice fatto che è concettualmente impossibile, questo concetto dovrebbe essere chiaro a tutti. In questo caso si può parlare solo di efficienza. Ciò a dire che un potenziale 100, col fotovoltaico rende 15, col termodinamico 45 e magari con un meccanismo legato al motore Sterling può rendere anche chessò, 60. Allora è preferibile adottare un sistema piuttosto che un altro. Ma la fonte resta la stessa. Pensare che il motore possa rappresentare esso stesso la sorgente d'energia significa proprio aver malinterpretato la questione.

Per quanto riguarda il sistema di sfruttamento eolico non saprei dire, certamente è un sistema interessante, ma i dati circa la sua reale capacità di resa mi sembrano un pò vaghi, bisognerebbe cercare di saperne di più. Quando L'enel afferma che 1 mq di specchio nelle centrali di tipo Archimede rende in un anno l'equivalente di 1 barile di petrolio fornisce un dato molto chiaro che ci fa capire come una centrale del genere ripagherebbe da sola l'investimento in un tempo x punto e basta. Qui si intuisce solo che il sistema offra un vantaggio sulle tradizionali pale eoliche, ma non si riesce bene a quantificarlo.

La realtà però è che tutte queste possibilità fanno capire quanto si potrebbe fare circa l'utilizzo delle energie rinnovabili se si volesse investire in quel senso, perchè tutto ciò che di interessante è stato fino ad ora realizzato lo si è fatto impiegando risorse veramente minime , perchè evidentemente in contrasto con gli enormi interessi di chi monopolizza il mercato dell'energia mondiale che sono i cartelli delle compagnie petrolifere, veri dinosauri giganti padroni assoluti della moderna storia dell'uomo da almeno 70 anni a questa parte. E il loro potere oggi è forse all'apice. La politica è impotente perchè da sempre è un potere largamente inferiore a quello economico. Ecco perchè non si usano le fonti rinnovabili, che garantirebbero ricchezza per tutti. Perchè la ricchezza, deve essere di qualcuno e basta. Ma al di la delle considerazioni economiche, il problema vero è quello ecologico, dato che lo stato di conservazione del pianeta, ormai seriamente minato, imporrebbe decisioni immediate. Aspettare ancora è impossibile, perchè forse è già tardi oggi stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
IceCoder
Astronauta
Astronauta


Numero di messaggi : 164
Età : 28
Località : Italia
Data d'iscrizione : 04.08.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Gio 30 Giu 2011 - 8:23

TerryGroove ha scritto:
ma di che diavolo state parlando?...

Infatti non e' una fonte di energia, ma uno strumento che rende piu intelligente lo sfruttamento dei sistemi di riscaldamento producendo energia elettrica in maniera alternativa e pulita. Alla fine in nessun caso possiamo parlare di "produzione di energia", perche' si tratta sempre di trasformazione ed incanalamento di energia gia esistente sotto altre forme, altrimenti avremmo lo stesso problema termodinamico che si avrebbe con il motore a moto perpetuo di cui si parlava prima.


Vorrei proporre, per chi non ne fosse a conoscenza, una cosa che tocca da vicino le navi spaziali: Uno scienziato italiano di Padova, il prof. Colombo, una trentina di anni fa (se ricordo bene) aveva postulato che un filo di rame lungo circa 20km, agganciato ad una navicella spaziale ed un minuscolo satellite, avrebbe generato tanta corrente elettrica da permettere il funzionamento completo dei sistemi della navicella e la rimozione totale dei pannelli solari, che se mi permettete, davanti questa trovata geniale diventano obsoleti. Il sistema avrebbe sfruttato il campo magnetico terrestre per generare una quantita' non indifferente di energia. Quando a distanza di anni venne proposto come esperimento alla NASA, sebbene il risultato fu un successo, ci fu un intoppo, si spezzo' il filo che non permise di studiare approfonditamente il sistema che quindi archiviato. Mi domando perche' non sia piu stato portato avanti.. Ho appena trovato anche una piccola (seppur vaga e secondo me un tantino gonfiata) nota su wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Satellite_Tethered

NB: decisamente piu interessante ed accurata la versione inglese all'indirizzo http://it.wikipedia.org/wiki/Satellite_Tethered anche perche' 100km mi sembra un'esagerazione..
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 49
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 11:38

Salve ragazzi, torno sul sito dopo parecchio tempo perchè mi ricordavo di questa bellissima conversazione che avevamo costruito insieme (rileggendola se ne apprezzano ancora di più i chiarissimi contenuti tecnici) per delle novità a dir poco sensazionali.
Si era rimasti al solare termodinamico, e si era concluso che sarebbe assolutamente applicabile con un prevedibilissimo rientro dei costi di QUALUNQUE tipo di investimento in tempi più o meno lunghi ma accettabilissimi.

Ritengo assolutamente interessante riavviare il dibattito alla luce di nuovi eventi straordinari che non erano presenti al tempo in cui tale discussione fu affrontata che sono i seguenti:

1) la crisi embrionale di allora è esplosa in qualcosa di potenzialmente catastrofico in particolar modo per il nostro paese, e quelle che potevano essere scelte di convenienza allora possono divenire scelte obbligate oggi, pena la più completa capitolazione.

2) un certo sig. Rossi ha sviluppato un progetto ormai ultimato ed operativo su cui invito tutti a documentarsi che si chiama E-CAT e che produce energia attraverso la fusione nucleare. Come ciò avvenga all'interno del reattore è per la verità ancora poco chiaro alla comunità scientifica, ma l'energia che si produce è reale, tangibile, misurabile e misurata.
Personalmente ritengo questa scoperta un passo di proporzioni bibliche, un salto epocale per la storia dell'uomo. Forse la più grande scoperta che l'uomo abbia mai fatto. Siamo di fronte ad un potenziale immenso, infinito; L'energia perpetua per tutti a costo pressochè ZERO.
Invito tutti a documentarsi e a portare le proprie impressioni e manifestare le eventuali perplessità. La cosa veramente scandalosa è che si tratti di un progetto tutto Italiano, che rischia di migrare in altri lidi, e che il tanto razionale e pragmatico governo Monti, che potrebbe utilizzarlo come un'autostrada per lo sviluppo e la tanto famigerata crescita di questo siagurato paese lo ignora TOTALMENTE. La stampa fa il resto informandoci solamente con tempestiva solerzia sulle manie rottamatrici di Renzi, o sulle primarie di questo o quel partito o schieramento politico che dir si voglia. Ovviamente tra una notizia e l'altra ci comunicano come se fossero solo cazzi nostri (e così purtroppo è) un ennesimo aumento delle tasse, o dei prezzi, o delle tariffe, o delle accise, o i contributi etc. etc. etc.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
IceCoder
Astronauta
Astronauta


Numero di messaggi : 164
Età : 28
Località : Italia
Data d'iscrizione : 04.08.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 11:55

Ma questo A. Rossi non era gia stato al centro di polemiche circa lo smaltimento di rifiuti con tecniche piuttosto discutibili? (non vorrei confondermi).. Se non ricordo male non e' neppure uno scienziato formato..
Mi pare inoltre (scusate la vaghezza ma sono di fretta) che volesse gia' da anni vendere questi dispositivi di forma contenuta direttamente al dettaglio, in Grecia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4593
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 12:10

Mi ripeto, senza essere preconcetto, ma solo per ciò che ho letto, a me risulta sia una colossale bufala. Non mi risulta abbia superato alcun test scientifico, non è mai stata fatta valutare da esperti "veri" (professori universitari) ma è sempre stata tenuta chiusa e mostrata da fuori.

Riguardo al moto perpetuo, lo hai scritto tu, non io, ti riporto ancora le tue parole:
TerryGroove ha scritto:
... L'energia perpetua per tutti a costo pressochè ZERO.
...


Ultima modifica di Pete Conrad il Ven 23 Nov 2012 - 16:06, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
ndudi
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 450
Età : 33
Località : como
Data d'iscrizione : 13.06.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 12:27

La penso come Vittorio, ogni tot spunta qualcuno che cerca ancora di vendere moto perpetuo, fusione fredda o altre panzane.
Tralasciando l'inesistenza di dettagli tecnici,le contraddizioni clamorose, e l'assenza di qualsiasi riprova esterna del reale funzionamento del loro prodotto...tenere tutto segreto?no dico, seriamente?hai per le mani un'invenzione che può risolvere gran parte dei problemi della nostra civiltà e la tieni segreta per far 2 lire vendendo un paio di generatori 'magici'?Ma per favore!Se ci fosse qualcosa di vero avrebbe pubblicato tutto ancora prima di progettare qualsiasi macchina, diventando uno dei personaggi più influenti della storia e non avrebbe di certo avuto bisogno di soldi.O è un genio stupido, o un truffatore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 49
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 14:04

La pensavo anch'io come ndudi o ice Coder o Pete Conrad, ma stando alla documentazione che mi sono procurato le cose non stanno esattamente come dite voi.
La macchina è stata esaminata ed ha effettuato più di un test davanti alle più importanti testate giornalistiche ed autorità scientifiche. La conclusione dei test è che l'energia prodotta è altissima, tale da potersi produrre solamente con una reazione di tipo NUCLEARE, non assolutamente chimico. L'ipotesi è che si tratti di una effettiva fusione fra idrogeno e nichel che darebbe origine a Rame (elemento successivo al nichel nella tavola periodica). In ogni caso, anche se non è ancora ben chiaro cosa avvenga nel reattore l'energia prodotta è un dato incontrovertibile, tanto che la macchina è già in produzione anche se solamente per finalità industriale.
Riguardo ai trasacorsi del sig. Rossi è assolutamente vero che ha avuto dei grossi problemi cercando di sviluppare sistemi energetici che si sono rivelati fallimentari. Questo però non può significare in alcun modo che qualunue cosa proponga d'ora in poi sia assolutamente falsa. Anche perchè lo ripeto, a dispetto degli scettici la macchina sta funzionando, o almeno io non ho trovato nessuna fonte che sostenesse il contrario. Atorevoli studiosi, fisici titolari di cattedre universitarie la ritengono potenzialmente la scoperta del millennio.

In risposta a Pete Conrad posso dire che io non ho mai parlato di moto perpetuo, non capisco a cosa tu faccia riferimento. Io ho parlato di ENERGIA di origine NUCLEARE, pertanto economica soprattutto in questo caso non producendo scorie e non richiedendo installazioni complesse, in grado di produrre un potenziale pressochè illimitato, in rapporto ovviamente alle nostre esigenze. Il moto perpetuo è un altra questione che c'entra poco con la fisica nucleare. Dovresti saperlo meglio di me che il potenziale delle reazioni atomiche è immenso. E in questo caso si è praticamente certi e sicuri di essere difronte ad una reazione di tipo Nuleare anche se non del tutto spiegata e conosciuta.
Spero che la sommaria conoscenza di questa tecnologia venga presto colmata e che possiate documentarvi tutti in modo più completo e meno preconcetto. Come al solito lo dico perchè sarei ben lieto di riconoscere la truffa nel mio interesse, qualora qualcuno più avveduto di me me ne dimostrasse l'esistenza. Come dissi a suo tempo, non gradisco le risposte basate su argomentazioni preconcette del tipo "ah quello li non è uno serio" o "il moto perpetuo non esiste". Per favore, cerchiamo di costruire una discussione seria e documentata che ci guadagnamo tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fausto
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 7089
Età : 34
Località : Arcore (Milano)
Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 14:10

Io credo che se si tratta di una truffa o di una verità, lo scopriremo strada facendo. Ovviamente lo scetticismo è d'obbligo quando delle scoperte vengono presentate come "rivoluzionarie" soprattutto da chi dice di averla fatta. Ovviamento spero solo che chi ha versato dei soldi per ordinare questa macchina ed usarla nella sua azienda non abbia a che pentirsene..

_________________________________________________

Dategli una grande sfida, una che sembra impossibile. Dategli il desiderio di vincerla. Unite le due cose, e l'essere umano è capace di tutto

Jim Lovell
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
orbeklit
Autore Tutorial
Autore Tutorial
avatar

Numero di messaggi : 401
Località : italia
Data d'iscrizione : 30.12.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 18:58

Fausto ha scritto:
...Ovviamento spero solo che chi ha versato dei soldi per ordinare questa macchina ed usarla nella sua azienda non abbia a che pentirsene..

Giusto, ma almeno qualcuno sarà in grado di valutare sulla propria pelle.

Ma adesso ti chiedo, se per caso funzionasse (e ne fossi sicuro), la compreresti, o continueresti coll' "andiamoci cauti"?

Quelle macchine non sono fatte di ectoplasma, sono acquistabili, quindi, se fossi in charge di un ente di ricerca la comprerei (sotto falso nome), la sezionerei e se fosse una bufala la sp......rei (oltre a farmi rimborsare). Non mi sembra un concetto difficile.

Ho comunque la vaga sensazione che se per assurdo si inventasse una macchina che generi, non dico il 100% del fabbisogno energetico, ma anche solo il 50%, verrebbe boicottata.



Ultima modifica di orbeklit il Ven 23 Nov 2012 - 22:16, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 49
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 19:49

Da quanto ho capito io per questa macchina è stata misurata e quantificata una resa di 30 a 1, cioè la macchina restituisce calore trenta volte maggiore di quanto non avrebbe fatto la stessa quantità di corrente assorbita. Al momento si hanno problemi di brevetto in quanto un apparecchiatura, molto meno efficiente ma basata su principi simili era già stata brevettata anni fa. A questo punto, l'unico modo che il proprietario ha di mantenere la titolarità dela propria idea è quello di mantenere il segreto industriale sulla miscela da lui usata per ottenere una reazione di tale potenza. Si sa che sostanzialmente il combustibile è idrogeno e nichel, ma il nichel a quanto pare viene utilizzato in una forma arricchita dove dovrebbe essere presente anche una modesta quantità di rame. Insomma, l'apparecchiatura è stata visionata e testata e ha dimostrato inequivocabilmente il suo funzionamento, il che è, almeno per me sconvolgente. La resa di 30:1 ovviamente ha un potenziale immenso, perchè significa che con la corrente con cui ne alimenti una ne puoi alimentare all'infinito, collegandole in parallelo. (in pratica ogni singolo apparecchio ne può alimentare altri trenta che in modo esponenziale ne alimenterebbero altri trenta e così via. Ovviamente c'è un consumo in tutto questo che sarebbe poi il materiale che usiamo per così dire come "combustibile" (il termine è improprio perchè ovviamente non si tratta in alcun modo di una combustione). La cosa straordinaria è che il consumo sembra essere veramente irrisorio: La macchina nella versione usata per le sperimentazioni consuma 1 g. di idrogeno al giorno e 50g di nichel ogni sei mesi, e credo che producesse almeno 3Kw/h di potenza equivalente. Attualmente una ditta, la prometeon sta già commercializzando un apparecchiatura industriale esclusivamente (a quanto ho capito io) per a produzione di acqua calda. L'obiettivo però e riuscire a realizzare piccoli moduli da vendere alle singole abitazioni che potrebbero dotarsi di un loro generatore per un costo che si presumeva potesse arrivare a circa 1300/1400 euro per ogni Kw/h di potenza erogata. Un impianto di 3 Kw/h costerebbe in pratica meno di 5000 euro. In pratica quello che manca al sistema allo stato attuale è un meccanismo termodinamico che trasformi l'energia sprigionata sotto forma di calore in energia elettrica utilizzabile dai normali elettrodomestici, insomma, manca solo la ciliegina perchè la torta c'è tutta. La cosa interessante è che con l'acqua calda che il sistema produrrebbe si potrebbero anche alimentare gli impianti di riscaldamento domestici, con una doppia funzione che renderebbe possibile il distaccamento dalla rete elettrica e da quella del gas metano. Certo ci vorrà del tempo, ma ditemi voi se non siamo di fronte ad una rivoluzione epocale
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 49
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 20:51

Pete Conrad ha scritto:
Mi ripeto, senza essere preconcetto, ma solo per ciò che ho letto, a me risulta sia una colossale bufala. Non mi risulta abbia superato alcun test scientifico, non è mai stata fatta valutare da esperti "veri" (professori universitari) ma è sempre stata tenuta chiusa e mostrata da fuori.

Riguardo al moto perpetuo, lo hai scritto tu, non io, ti riporto ancora le tue parole:
TerryGroove ha scritto:
... L'energia perpetua per tutti a costo pressochè ZERO.
...


Dunque, riguardo a quanto ha scritto Vittorio, la macchina è stata invece testata e ritestata più volte, e sempre ne è stata certificata la effettiva produzione di energia a costi irrisori costante e continuativa. Si hanno ancora perplessità sul capire matematicamente che cosa stia avvenendo nel reattore, perchè da un punto di vista fisico alcune cose non si riescono a spiegare benchè AVVENGANO. Insomma, il problema è delle nostre limitate conoscenze, ma non sarebbe la prima volta che la scienza scopre ed utilizza qualcosa il cui meccanismo viene capito molto tempo dopo.
Questo che vi riporto è soltanto uno dei tanti test PUBBLICI già effettuati

http://www.youtube.com/watch?v=2-5cFOsisAo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
ndudi
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 450
Età : 33
Località : como
Data d'iscrizione : 13.06.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 21:57

Scusa Terrygroove ma in quel video non si dimostra un bel niente, come a quanto pare un bel niente si è dimostrato negli ambigui test pubblici.Qui si richiede un atto di fede, ed è una cosa che in scienza non si può accettare.Mi sbaglio?Avremo energia gratis?Lo spero veramente, non immaginate che impulso specifico potrebbe avere un motore a razzo con quel sistema!! Big Grin
Paolo Attivissimo si è occupato della cosa, vi invito a leggere i suoi articoli!Inizialmente si è avvicinato con un 'cauto scetticismo e cauto ottimismo' ma a quanto pare indagando per bene sono venuti fuori tutti i presupposti per dichiarare la cosa una bufala.Mi permetto di citare l'ultimo aggiornamento al riguardo datato agosto2011:

"E-Cat, dubbi sempre più forti. Il generatore "nucleare" di Rossi e Focardi è stato esaminato in un rapporto da Steven Krivit, di New Energy Times, che raccoglie forti indizi che puntano nella direzione di una bufala. Ci sono errori di metodo grossolani e le reazioni alle critiche sono isteriche. La sede della fabbrica a Miami che secondo Rossi conterrebbe 300 E-Cat funzionanti è un appartamento al quinto piano di un edificio. Nessuno ha mai visto l'E-Cat che, a detta di Rossi, riscalderebbe una fabbrica a Bondeno, in Italia. La dimostrazione di un E-Cat da 1 MW presso la società greca Defkalion, annunciata per ottobre, è stata annullata perché la Defkalion non ha pagato un acconto. E c'è di peggio. A questo punto, il dispositivo è una bufala fino a prova contraria. Se Rossi e Focardi non permettono questa prova in condizioni verificate indipendentemente, non meritano altre attenzioni e scendono al livello dei ciarlatani del paranormale. "

Sia chiaro che non è che prendo per oro colato tutto quello che scrive Paolo, ma non vedo perchè dovrei farlo con quello che dice il signor Rossi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4593
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Ven 23 Nov 2012 - 22:17

Chiedo scusa, non so come sia successo, il mio precedente commento non doveva essere un edit di quello che avevo scritto, ma un nuovo commento con quote.
Boh ... Blush
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
orbeklit
Autore Tutorial
Autore Tutorial
avatar

Numero di messaggi : 401
Località : italia
Data d'iscrizione : 30.12.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Sab 24 Nov 2012 - 8:28

ndudi ha scritto:
...La sede della fabbrica a Miami che secondo Rossi conterrebbe 300 E-Cat funzionanti è un appartamento al quinto piano di un edificio. Nessuno ha mai visto l'E-Cat che, a detta di Rossi, riscalderebbe una fabbrica a Bondeno, in Italia. La dimostrazione di un E-Cat da 1 MW presso la società greca Defkalion, annunciata per ottobre, è stata annullata perché la Defkalion non ha pagato un acconto....

Ahia, se è vero ciò che è scritto, allora è sicuramente una bufala.

Ma dico, hai inventato il congegno del millennio, che potrebbe risolvere una parte della crisi energetica mondiale, il brevetto è tuo e ti metti a fare i capricci per acconti non pagati???

Ma tientelo gratis, l' apparecchio, se può dimostrare al mondo che è reale e funzionante.

Ste cose mi fanno inc Censored .
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TerryGroove
Autore Tutorial
Autore Tutorial


Numero di messaggi : 306
Età : 49
Località : Tolentino - MC
Data d'iscrizione : 09.01.11

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Sab 24 Nov 2012 - 22:21

Scusatemi ma non capisco tanto livore contro questo signore.

Dunque, vi ho fornito un link in cui si può vedere che almeno un test pubblico difronte a giornalisti e scienziati è stato effettuato come puntualmente documentato nel filmato. Dell'esperimento, che è risalente ad 1 anno fa, esistono i report dov'è presente ogni diagramma e ogni dato (energia assorbita, energia erogata, temperature, peso della macchina e tutto ciò che poteva essere misurato è stato rigorusamente misurato ed attestato da scienziati riconosciuti come fisici docenti universitari). Ora mi domando, cosa intendete voi per rendere pubblica un invenzione?
Ma vistoo che i risultati erano positivi si è andati oltre. La macchina è in produzione, esiste una ditta italiana che la commercializza, ma solo per applicazioni industriali per problemi burocratici di certificazioni (figurarsi se questo paese non provava in ogni modo a frenare il progresso e la libera iniziativa) Io stesso ho contattato la ditta chiedendogli ragguagli circa la possibilità di utilizzare la macchina per riscaldare un grosso complesso abitativo. Sono stati gentilissimi, mi hanno risposto subito e mi hanno specificato che questa applicazione non rientra tra quelle fino ad ora autorzzate.

Certo, se la nostra unica fonte d'informazione deve essere il sig. Paolo Attivissimo, allora è inutile cominciare ogni discussione. Io continuo a non capire da cosa derivi l'incredibile autorevolezza che si attribuisce a questo individuo. Ma chi è costui? un giornaista forse? un ingegnere? ma a che titolo pretende di pontificare su tutto? voglio dire per quale motivo le sue opinabilissime OPINIONI (perchè spesso solo di quelle si tratta) devono essere accolte come oro colato? Io non frequento molto il suo blog, ma per quel poco che ho visto è strapieno di sommarie inesattezze tanto da poter essere tranquillamente catalogato come spazzatura di nessun valore tecnico o scientifico.

Insomma,, a me risulta dai dati che la macchina funzioni, e se potessi l'acquisterei subito, non capisco come si possa impostare il discorso dicendo che la macchina non funziona fino a prova contraria quando in effetti funziona al punto da essere commercializzata. Casomai si dovrebbe dire che funziona fino a prova contraria se permettete. E in ogni caso nel contratto di acquisto esistono precise garanzie circa il suo funzionamento e la sua resa. Se non dovesse funzionare il consumatore godrebbe in ogni caso di tutte le tutele.

Davvero non riesco a capire certi atteggiamenti di chiusura immotivata.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Pete Conrad
Add-on Developer
Add-on Developer
avatar

Numero di messaggi : 4593
Età : 54
Località : Trieste
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Sab 24 Nov 2012 - 23:02

Terrygrove, non è chiusura immotivata, è puzza di truffa. La prima regola di una scoperta è: scrivi come hai fatto, e falla replicare per confermarne la veridicità. A scoperta sensazionale (e questa lo è) deve corrispondere prova sensazionale (e finora di prove ZERO). Se non lo fai vuol dire che hai da nascondere qualcosa. Finché i signori Rossi e Focardi non metteranno in piazza come funziona spiegandolo per benino (e non vendendotelo a scatola chiusa come sta succedendo adesso) e finché nessuno esterno riuscirà a riprodurla io NON ci crederò.


Piccola considerazione personale. Se io non ci voglio credere, perché devi insistere a dirmi che DEVO crederci, e senza portarmi una che sia una prova riproducibile? Sembra quasi che vuoi vendermi qualcosa. Mi ricordi tanto il famoso tubo Tucker.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
orbeklit
Autore Tutorial
Autore Tutorial
avatar

Numero di messaggi : 401
Località : italia
Data d'iscrizione : 30.12.10

MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   Dom 25 Nov 2012 - 0:18

"Prometeon srl, licenziatario esclusivo per l'Italia, permette attualmente di ordinare gli E-Cat termici a bassa temperatura alimentati elettricamente. Per quelli a gas (Gas Cat) o ad alta temperatura (Hot Cat) o elettrici, in fase avanzata di sviluppo, è possibile fare solo dei preordini, in modo da mettersi in lista per trasformarli in ordini via via che saranno messi in commercio, prevedibilmente nel 2013. Per il momento, invece, non è possibile chiedere informazioni sulla versione domestica dell'E-Cat, di là da venire."

Ecco, appunto, la parte domestica, che mi interessa, non è disponibile fino a chissà.

Personalmente non ho atteggiamenti di chiusura immotivata, sono solo un po' scettico. Questo perchè non sarebbe la prima volta che sono rimasto deluso da annunci di panacee energetiche.

Aspettiamo e vediamo.

E poi, a TUTTI tranne alle compagnie di distribuzione energia farebbe comodo una produzione di energia a basso costo.

Sarebbe anche una buona iniziativa che la Prometeon, a scopo promozionale, lasciasse un suo prototipo in comodato d' uso a qualche azienda possibilmente affermata, invece di chiedere "preordini" in un periodo che fa presagire solo la disperazione economica.

Se la macchina funzionasse veramente, regalerebbe per il futuro ottimismo , quest' ultimo al momento "di là da venire".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio   

Tornare in alto Andare in basso
 
Energie rinnovabili e nucleare: necessità di un dibattito serio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Credo di non avere più energie per fare nulla
» rifiuti di imballaggio da un magazzino logistico e necessità Registro
» PENSIERO DEL GIORNO: UN ALTRO BREVISSIMO E FACILISSIMO ESERCIZIO DI MEDITAZIONE PER RICARICARE LE PROPRIE ENERGIE
» Allontanare energie negative
» QI 75 ....aiutatemi per favore

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Orbiter Italia :: Fuori Tema :: Fuori Tema-
Andare verso: